PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Geofluid apre le porte, più “green” e più internazionale fotogallery

Più informazioni su

Ha aperto le porte Geofluid edizione 2018, la fiera più importante di Piacenza che compie 40 anni. All’inaugurazione presenti le autorità cittadine e gli organizzatori.

Il 2018 è così un anno speciale per Geofluid, la più completa e qualificata fiera italiana specializzata nei comparti delle perforazioni e dei lavori nel sottosuolo sia per la ricerca e l’estrazione dei fluidi sotterranei, sia per le fondazioni speciali e i consolidamenti che per le collegate applicazioni geologiche, idrogeologiche, geofisiche, geotecniche e delle bonifiche delle falde e dei siti inquinati.

A Piacenza Expo dal 3 al 6 ottobre sono in “vetrina” 287 espositori diretti con 355 brand e 47 le ditte provenienti dall’estero. Attesi dai 10 ai 15 mila visitatori.

Fabio Potestà, responsabile per i rapporti con l’estero ha sottolineato: “Geofluid è una fiera consolidata che ha saputo mantenersi giovane e dinamica, nonostante i 40 anni, anche nel layout come si può vedere soprattutto nell’area all’aperto, con di un piazzale più vasto e fruibile per i visitatori.

“E’ un’edizione record quella 2018, che conferma il fatto che anche in un momento di incertezza per l’economia italiana e per le scelte strategiche del governo nel comparto delle infrastrutture, è aumentato il numero di espositori rispetto al 2016.

Sono più di 40 quelli provenienti dall’estero. E’ la dimostrazione che anche in poli fieristici piccoli come Piacenza si possono fare manifestazioni ad alta specializzazione con un indubbio carattere internazionale”.

Geofluid edizione 2018

Ospite della prima giornata anche Franco Terlizzese, dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha detto: ‘Occorre costruire un dialogo con il Governo, perchè ci sono opportunità di sviluppo. Siamo disponibili a incontrare le aziende per sviluppare temi che sono affrontati in questa fiera: geotermia, bandi europei per intercettare più risorse per programmi sul sottosuolo, ecc.

C’è la necessità di fare sistema tra le imprese italiane, che è minore rispetto a quelle di altre realtà internazionali”.

La mostra è cresciuta in dimensioni, completezza delle proposte espositive, in prestigio e autorevolezza internazionale, grazie alla sua impostazione specialistica, alla presenza di aziende leader e di visitatori qualificati, con un aumento costante di quelli esteri.

All’ultima edizione, nel 2016, i visitatori complessivi sono stati più di 10.500, il 75% italiani ed il restante 25% provenienti da 83 diverse nazioni.

Come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno Geofluid si svilupperà attraverso le aree tematiche e la novità dell’edizione 2018 è rappresentata dal macrosettore Geofluid Green, che si inserisce in questa fase di transizione energetica recependo le linee tracciate dalla Strategia Energetica Nazionale, per proporsi come contenitore, sempre nell’ambito della propria specializzazione, di novità tecnologiche e di indirizzo dei mercati di riferimento, verso un futuro di decarbonizzazione e di energia sostenibile con principale attenzione alla Geotermia e al gas.

Anche quest’anno Geofluid sarà integrato e ulteriormente qualificato da convegni tematici e incontri di studio organizzati dalle primarie Associazioni, Istituzioni, Università italiane e con collaborazioni internazionali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.