PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Giro d’Italia torna nel piacentino il 22 maggio

Più informazioni su

Il Giro d’Italia torna nel piacentino. La popolare corsa ciclistica, giunta all’edizione numero 102, transiterà nella nostra provincia nel corso dell’11esima tappa, la Carpi – Novi Ligure (206 km), in programma mercoledì 22 maggio 2019.

Tappa pianeggiante – viene descritta sul sito della manifestazione – che attraverserà la pianura Padana fino alle prime pendici dell’Appennino Ligure.

La carovana in rosa, arrivando da Fidenza, transiterà nei comuni di Fiorenzuola, Cadeo, Piacenza, Rottofreno, Castelsangiovanni per poi proseguire il percorso in direzione Stradella.

Piacenza torna così ad ospitare il Giro dopo il passaggio di due anni fa nell’edizione del centenario.

LA GARA – Sarà Bologna, capoluogo della Regione Emilia-Romagna, a dare il via sabato 11 maggio alla 102a edizione della Corsa Rosa – presentata ufficialmente a Milano – con una cronometro individuale di 8,2 km, che dal centro della città porterà gli atleti sul San Luca.

21 complessivamente le tappe, con arrivo a Verona e passerella finale nell’Arena il 2 giugno: 3.518,5 sono i chilometri totali di questa edizione che prevede 46.500 metri di dislivello, uno dei percorsi più duri degli ultimi anni. 3 cronometro, 6 tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti, 7 di media difficoltà e 5 di alta difficoltà caratterizzeranno il percorso.

IL PERCORSO

Saranno 7 gli arrivi in salita, comprese le 2 cronometro di Bologna e San Marino. La Cima Coppi sarà il Passo Gavia con i suoi 2.618 metri, la Montagna Pantani il Mortirolo e la tappa Bartali la Bologna-Fucecchio. Omaggio a Coppi nel centenario della nascita con l’arrivo a Novi Ligure e la Cuneo-Pinerolo.

Verranno celebrati Fausto Coppi, nel centenario della nascita, Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla morte, Indro Montanelli, Padre Pio e Gioacchino Rossini. L’arrivo a L’Aquila ricorderà il decimo anniversario del terremoto del 6 aprile 2009.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.