PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Rotary

Il Governatore distrettuale Rizzini in visita al Rotary Club Piacenza foto

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

IL BLOG

Al Rotary Club Piacenza la visita del Governatore distrettuale dell’anno rotariano 2018-2019.

La visita del Governatore è uno dei momenti più importanti e significativi per un Club Rotary nel corso dell’anno Rotariano in quanto, la massima autorità distrettuale, viene a rendersi conto dello stato e delle attività del Club, portando gli indirizzi del Presidente Internazionale ed i suggerimenti della sua esperienza.

Lunedì 22 ottobre, il Governatore dr. Renato Rizzini, accompagnato dall’assistente per il gruppo piacentino prof. Stefano Campagnoli, è stato accolto con la consorte, dal presidente del Rotary Club Piacenza Giancarlo Gerosa, dal segretario Alberico Nicelli e, dopo aver avuto uno scambio reciproco con il il Consiglio Direttivo, ha incontrato il club nel contesto della conviviale presso la sede Grande Albergo Roma.

Nel corso della serata, dopo i saluti del Presidente, il Governatore ha riassunto le origini e la storia del Rotary, sottolineandone le caratteristiche peculiari e i valori su cui esso si fonda, inoltre ha condiviso il messaggio del Presidente Internazionale per l’anno rotariano corrente Barry Rassin, che esorta i nuovi leaders ad essere un modello d’ispirazione per tutti, anche al fine di contribuire sempre più concretamente al raggiungimento degli obiettivi di ‘servire gli altri’ nella consapevolezza dell’internazionalità e universalità di un’organizzazione che ha una storia lunga 113 anni.

Il governatore ha analizzato le criticità della membership attuale del Rotary, richiamando l’attenzione sulla necessità di favorire il ricambio generazionale per portare nuove energie e nuova linfa ai Club, soprattutto in considerazione del fatto che si registra un’età media dei soci estremamente elevata di 65/67 anni anche legato ad un salto generazionale.

E’ stato auspicato l’incremento della presenza femminile, che ha potuto fare ingresso nel Rotary solo trent’anni fa, ma attualmente la percentuale non supera il 20% a livello mondale e il 17% a livello nazionale.

Infine i club sono invitati a realizzare services di impatto e durata sulla società quale ad esempio Amico Campus e richiamando altresì le potenzialità del Rotary nella  eradicazione della polio che, grazie agli incredibili progressi compiuti negli ultimi trent’anni, da circa 350.000 persone paralizzate dal poliovirus selvaggio (nel 1988), si è giunti al 10 gennaio 2018, a rilevare solo 21 casi, ovvero al un punto in cui ogni nuovo caso di polio potrebbe essere davvero l’ultimo.

Altro obiettivo enunciato è stato quello di incrementare la visibilità e l’immagine pubblica del Rotary, anche attraverso una specifica commissione e suggerendo l’utilizzo di Canale Europa, ovvero la TV del distretto ove divulgare anche i services.

La serata è stata completata con l’ingresso di un nuovo socio, il direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica prof. Marco Delledonne, presentato al club dalla socia Carolina Cuzzoni, al quale è stato rivolto un cordiale benvenuto.

Roberta Fiorani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.