PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Intimità”, ai Filodrammatici un viaggio nelle dinamiche di coppia

Un discorso, un’analisi intorno alla nostra tendenza a ripetere nelle relazioni gli stessi schemi di comportamento. Per raccontare un universo di relazioni sentimentali e generazionali bloccato nella coazione a ripetere.

“Intimità” è lo spettacolo di Amor Vacui in programma lunedì 8 ottobre (ore 21) al Teatro Filodrammatici di Piacenza per il Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena”, responsabile artistico Jacopo Maj, organizzato da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e Comune di Piacenza, il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren e la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita.

Menzione speciale della giuria al Premio Scenario 2017, “Intimità” è uno spettacolo ideato e diretto da Lorenzo Marangoni, in scena con Andrea Bellacicco ed Eleonora Panizzo. I tre artisti hanno condiviso la scrittura con Andrea Tonin e Michele Ruol. «Un testo irresistibile – si legge nelle motivazioni della giuria del Premio Scenario – cui giova la presenza scanzonata di attori affiatati ed efficaci».

Le luci sono di luci Elisa Bortolussi, l’organizzazione di Silvia Ferrari. La produzione fa capo a Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale e La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale in collaborazione con Armunia Centro Residenze Artistiche Castiglioncello – Festival Inequilibrio.

Tre attori impegnati in monologhi che non riescono a farsi dialogo cercano di parlare, in modo a un tempo pubblico e privato, della ripetizione degli schemi comportamentali nelle relazioni: perché le mie relazioni non riescono a durare? Perché in una coppia mi sembra di annullare me stesso?

Forse il teatro è il luogo giusto per esplorare queste dinamiche, al microscopio e al rallentatore: gli attori, con il pubblico ogni sera diverso e ogni sera uguale, cercano loro stessi l’accesso a questa dimensione segreta, opposta alle nostre ripetizioni, opposta alla solitudine, al narcisismo, alla distanza, alla formalità: l’intimità.

Attori e pubblico non sanno niente gli uni degli altri, eppure sono entrambi lì, a cercare con determinazione e amore di costruire una relazione di reciproco ascolto, che ci accompagni anche e soprattutto fuori dal teatro, che entri in risonanza con le relazioni con le persone importanti per noi, con i nostri amici, con le nostre famiglie, con le nostre comunità di riferimento.

Questo spettacolo, attraverso una storia forse d’amore tra attori e pubblico, vuole esplorare la ricerca di un equilibrio tra le reciproche disponibilità a lasciarsi comprendere, sorprendere, ascoltare. Vuole essere un contesto sperimentale in cui confrontarci con la nostra disponibilità ad essere o non essere: in intimità.

Al termine dello spettacolo è previsto un incontro con la compagnia, a cura del critico teatrale Nicola Arrigoni. Un momento pensato in particolare per i giovani e le scuole, che potranno dialogare con gli artisti di Amor Vacuii. L’incontro è infatti inserito nel progetto educational “Sguardi critici” organizzato dall’Ufficio Scuola di Teatro Gioco Vita e curato da Arrigoni: un percorso dedicato alla critica teatrale che coinvolge alcune classi di scuola superiore. Lo spettacolo “Intimità” sarà recensito dagli studenti della classe 3A del Liceo Scientifico “Respighi” accompagnati dalla professoressa Grazia Marcotti.

“Amor Vacui” è una compagnia indipendente under 35 con base a Padova. Produce spettacoli originali attraverso una di scrittura di scena in cui sono contemporanei drammaturgia, regia e lavoro degli attori.

Tra le produzioni della compagnia “This is the only level” (2012), “Domani mi alzo presto” (2016) e “Intimità” (2018). Tra i progetti speciali le tre stagioni da quattro episodi l’una della serie teatrale “Universerìe”, prodotta dal Teatro Stabile del Veneto (2016-18), e il progetto site specific “Nella valle delle terrazze sospese”, prodotto da Bassano OperaEstate Festival (2017).

La compagnia ha vinto il Premio Off #3 del Teatro Stabile del Veneto (2012), il Premio del pubblico al CrashTestFestival (2015), ed è stata finalista al Premio Argot-Off di Roma (2012), al Festival della Resistenza di Gattatico (2013), e al Festival Direction Under 30 del Teatro Sociale di Gualtieri (2014) con “This is the only level”; ha ricevuto una menzione speciale al Premio Giovani Realtà del Teatro dell’Accademia Nico Pepe di Udine (2015) per “Domani mi alzo presto” e ha ricevuto una menzione speciale al Premio Scenario (2017) per il primo studio di “Intimità”.

INFO

I biglietti per lo spettacolo costano 10 euro (intero), 8 euro (ridotto convenzioni) e 5 euro (ridotto studenti).

La prevendita è in corso alla biglietteria di Teatro Gioco Vita in via San Siro 9, dal martedì al venerdì ore 10-16 e sabato ore 10-13 (tel. 0523.315578, biglietteria@teatrogiocovita.it). Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona nella sede della rappresentazione a partire da un’ora prima dell’inizio.

TEATRO FILODRAMMATICI via Santa Franca 33 – telefono 0523.315578

Per informazioni: Teatro Gioco Vita, tel. 0523.315578, info@teatrogiocovita.it

Foto di Serena Pea

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.