PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’arte del ’68, mercoledì le testimonianze degli artisti in Fondazione

Nell’ambito del ciclo di conferenze “Arte Fuori”, mercoledì 10 ottobre alle ore 21 all’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano incontro “L’arte del ’68 a Piacenza” con Cristina Casero e Jennifer Malvezzi e le testimonianze degli artisti Adriano Corsi, Roberto Comini, Alberto Esse, Luigi Gorra e William Xerra.

Un excursus sulle parole e sulle azioni artistiche di un periodo particolarmente significativo per l’arte sperimentale piacentina che, in quegli anni, ha saputo interpretare un ruolo di rilevanza non solo locale.

Attraverso testimonianze dirette, slide, video verrà rievocato un percorso in cui l’arte ha giocato, nel movimento di generale rinnovamento, un ruolo fondamentale.

Il decennio artistico che va dalla metà degli anni ’60 alla metà degli anni ’70 è caratterizzato da una grande vivacità creativa, sia qualitativa sia quantitativa, determinata anche dall’ampliarsi degli attori e dei fruitori sulla scena dell’arte, che sceglie di essere un’ Arte fuori. Perno simbolico di tale rivoluzione è il 1968. Fuori, innanzitutto fisicamente dagli ormai asfittici spazi convenzionali dell’arte – Gallerie, Musei e grandi rassegne quali le Biennali e le Triennali – per riversarsi nella città e nello spazio pubblico, alla ricerca di nuovi e più diretti canali di comunicazione.

Ma anche fuori concettualmente dagli spazi costrittivi del sistema e del mercato, che vengono percepiti, per una libera creatività, come un pericoloso cul de sac, da evitare.

Il ciclo di conferenze intende testimoniare, di questo fenomeno, sia il livello nazionale sia quello locale (ma non localistico) che, in quegli anni, si manifestò a Piacenza, con un ruolo ed una presenza significativa anche per i suoi collegamenti nazionali ed internazionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.