PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lavoratore gay discriminato, l’amministrazione comunale esprime solidarietà

Lavoratore vittima di discriminazione sessuale, la solidarietà dell’Amministrazione comunale: “Fondamentale denunciare”

L’assessore alle Pari Opportunità Federica Sgorbati, a nome dell’Amministrazione comunale, esprime vicinanza e profonda solidarietà al giovane che ha raccontato di essere stato vittima di discriminazione sessuale da parte del tutor dell’azienda per cui lavorava.

Il caso – sollevato dall’Arcigay di Piacenza nel corso del congresso della Cgil – aveva avuto un’eco nazionale.

Il circolo piacentino L’Atomo aveva stigmatizzato il fatto che il Comune di Piacenza non fosse intervenuto sulla questione, ma ora la nota dell’assessore Sgorbati va nella direzione richiesta dalla comunità omosessuale piacentina.

Nel ribadire che “l’Amministrazione condanna ogni forma e genere di discriminazione, ed è al fianco di tutti coloro che si trovano a subire atti di emarginazione”, l’assessore ricorda che il Comune, attraverso il proprio Sportello Antidiscriminazione, offre un servizio di ascolto, orientamento e supporto.

“Previo appuntamento – spiega Federica Sgorbati – è possibile rivolgersi allo Sportello per segnalare casi di discriminazione di cui si è stati vittime o testimoni, connessi alla disabilità, all’età anagrafica, alla religione, all’orientamento sessuale e all’identità di genere.

Quello del Comune di Piacenza è un nodo di raccordo della rete di sportelli del Centro regionale contro le discriminazioni: gli operatori sono a disposizione di chi ha subito personalmente o ha assistito a comportamenti discriminatori nei confronti di altri, per raccogliere segnalazioni, fornire consulenza e informazioni orientative, individuando e suggerendo gli strumenti più idonei per fronteggiare il caso.

Se lo si ritiene opportuno, inoltre, si instaura un dialogo con le istituzioni interessate, per promuovere attività di sensibilizzazione”.

Lo Sportello Antidiscriminazione del Comune di Piacenza ha sede preso lo sportello Informasociale di via Taverna 39, è contattabile allo 0523-492731, o scrivendo a informasociale@comune.piacenza.it . Questi gli orari di apertura: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12.30, lunedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30

“La denuncia della discriminazione, di qualsiasi tipo e natura essa sia – conclude l’assessore Sgorbati – è un primo passo importante, ed è fondamentale per far emergere casi, frutto della più profonda ignoranza, che rischierebbero di passare in sordina invece di essere fermamente condannati come meritano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.