PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liberi e M5s “Piacenza “bella addormentata”, il sindaco azzeri la giunta e riparta da capo”

Più informazioni su

“Da più parti riceviamo lamentele sull’immobilismo di questa Giunta. Piacenza sembra essere la bella addormentata in attesa del bacio del principe per svegliarsi. Al sindaco chiediamo di cambiare marcia, di azzerare l’esecutivo e di scegliere come assessori persone capaci, che svolgano il loro lavoro a tempo pieno e non siano solo lì per occupare una poltrona”.

Un affondo nei confronti dell’amministrazione Barbieri che arriva dalla strana coppia, politicamente parlando, di Liberi e M5s, due dei gruppi consiliari all’opposizione.

A fornire lo spunto lo stato dell’arte del Pums, piano urbano della mobilità sostenibile. Un provvedimento che sta segnando il passo, dicono i consiglieri Massimo Trespidi, Mauro Monti (Liberi), Andrea Pugni e Sergio Dagnino (M5s).

“Diciamo che sul Pums misuriamo la temperatura dell’amministrazione – dice Trespidi -. Siamo scettici su questa pratica, è un provvedimento atteso dal 2015 e che ha, quindi, attraversato due amministrazioni. Su questa rileviamo due aspetti singolari: nel settembre 2017 l’amministrazione avrebbe potuto, in occasione del secondo incarico per la stesura affidato allo studio Trt, scegliere di cambiare gli indirizzi in merito alla viabilità, con un confronto in consiglio. Si è ritenuto invece di non modificarli, mantenendo quelli approvati nel 2016 da Dosi e Cisini. Mi chiedo poi quale amministrazione, al momento del suo insediamento, non decida di cambiare, rispetto a quella precedente”.

“Il secondo aspetto riguarda la proroga della sperimentazione sulla Ztl (apertura anticipata, ndr) – continua Trespidi -. Una decisione che non è stata assunta dall’amministrazione, ma sempre dallo studio Trt. Mi chiedo se sia questo il modo di procedere su un tema così rilevante come la mobilità: si procede senza avere una visione della città”.

“Dal punto di vista ambientale Piacenza non fa passi in avanti – aggiunge Pugni -. Un’amministrazione deve avere coraggio, il Pums è un biglietto da visita per la città. Quando si amministra, non contano solo le opere ma anche azioni concrete che migliorano le condizioni di vita dei cittadini”.

 

“Da cittadino non tollero questa situazione, manca quella grinta, quella voglia di fare presto – continua Dagnino – Per quanto riguarda il Pums, tutte le mozioni o interrogazioni sulla viabilità vengono respinte, con la motivazione di aspettare questo provvedimento. Ma la criticità numero uno è l’ambiente! Bisogna assolutamente adottare il piano della mobilità sostenibile. Tra l’altro Piacenza è priva della figura del mobility manager, profilo tecnico che avrebbe dato accesso a finanziamenti ad hoc”.

“L’apertura anticipata della Ztl è stata motivata dall’assessore Paolo Mancioppi dalla volontà di dare ascolto ai commercianti, ma un’amministratore deve conciliare diverse esigenze – osserva Monti -. Non è possibile pensare allo shopping, senza migliorare la qualità della vita, alla salute ambientale. E’ necessario equilibrio”.

 

“Sul Pums misuriamo la temperatura all’amministrazione – conclude Trespidi -. Al sindaco chiediamo di cambiare marcia, di azzerare l’esecutivo e di scegliere come assessori persone capaci, che svolgano il loro lavoro a tempo pieno e non siano solo lì per occupare una poltrona”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.