PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nido e mensa, a Piacenza una famiglia con due bimbi spende 467 euro al mese

Presentato il  Secondo Dossier di Cittadinanzattiva “Servizi in… Comune. Tariffe e qualità di nidi e mense”: in Emilia Romagna una famiglia spende in media 423 euro fra retta del nido e mensa scolastica.

E a Piacenza? E’ di 467 euro al mese l’esborso medio di una famiglia di Piacenza, con un bimbo al nido e un altro alla materna o primaria, rispetto ai ai 423 della media regionale e dei 382 della media nazionale.

Precisamente 356 euro per la retta dell’asilo (a livello nazionale la media è di 300 euro) e 111 euro circa per la mensa (la media nazionale è di 82 euro).

Le tariffe in Emilia Romagna restano invariate rispetto all’anno precedente per la ristorazione scolastica, mentre diminuiscono per l’asilo nido, ma a pesare, come nel resto del Paese, sono soprattutto le differenze fra i singoli capoluoghi di provincia: per il nido si va dai 410 euro al mese di Forlì ai 225 euro di Ferrara; per la mensa scolastica dagli 124 euro di Parma agli 86 euro di Ferrara.

tabella asili spesa Piacenza

Il quadro emerge dal secondo Dossier “Servizi in… Comune. Tariffe e qualità di nidi e mense”, diffuso oggi da Cittadinanzattiva. Sul sito web www.cittadinanzattiva.it è disponibile l’intero Dossier con i dati per singola Regione e capoluogo di provincia, nonché una rilevazione a campione sullo stato delle mense scolastiche e la percezione di qualità del cibo servito.

L’indagine ha considerato come riferimento una famiglia tipo composta da tre persone (2 genitori e un minore sotto i 3 anni) con un reddito lordo di euro 44mila 200 corrispondente ad un Isee di euro 19mila 900.

Le rette rilevate fanno riferimento all’anno educativo in corso 2018-2019 e si riferiscono al servizio di asilo nido a tempo pieno, ove esistente, con frequenza per cinque giorni a settimana e, per la mensa scolastica, per nove mesi l’anno. È poi disponibile un elenco delle principali forme di sostegno alla genitorialità, con criteri per accedervi e importi erogati.

L’Emilia Romagna, inoltre, è una delle poche regioni in cui la copertura della potenziale utenza (0-2 anni) nei nidi supera la soglia del 33%.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.