PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provincia, oggi si elegge il nuovo presidente: 580 al voto

Elezioni in Provincia, seggio aperto dalle 8 alle 20 in via Garibaldi. Alle ore 18 hanno votato in 196 (580 gli aventi diritto al voto), per un’affluenza pari al 33,8%.

COMUNI
Fascia azzurra (fino a 3mila abitanti) – Affluenza: 27% (votanti 64 su 237 aventi diritto)
Fascia arancione (da 3mila a 5mila abitanti) – Affluenza: 25,40% (votanti 33 su 130 aventi diritto)
Fascia grigia (da 5mila a10mila abitanti) – Affluenza: 37,20% (votanti 48 su 129 aventi diritto)
Fascia rossa (da 10mila a 30mila abitanti) – Affluenza: 62,7% (votanti 32 su 51 aventi diritto)
Fascia viola (da 100mila a 250mila abitanti – Comune di Piacenza) – Affluenza: 57,60% (votanti 19 su 33 aventi diritto)

Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura delle operazioni di voto e, a seguire, il Presidente dell’Ufficio elettorale, assolti gli adempimenti di competenza, darà atto del risultato elettorale con la proclamazione del Presidente.

580 AL VOTO – Le operazioni di voto sono iniziate: al seggio sono chiamati gli eletti, i sindaci i consiglieri comunali dei comuni, in tutto circa 580 elettori.

Candidata unica – come è noto – è il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, sostenuta dal centrodestra unito. Centrosinistra e Movimento 5 Stelle non hanno presentato candidati di bandiera.

“Sono consapevole che questo sarà un impegno importante – dice Barbieri -. L’amministrazione Rolleri ha lavorato bene, ha inteso il ruolo della Provincia come lo intendo io: è la casa dei Comuni. Tutti i sindaci saranno protagonisti e questa Provincia sarà la Provincia di tutti”.

Alle minoranze del Comune di Piacenza che non parteciperanno alle elezioni, il sindaco replica. “Sono contraddittorie, dicono tutto e il contrario di tutto. La riforma delle Province è stata voluta dal centrosinistra, riforma che ha penalizzato molto un ente che io invece ritengo importante. Che la sinistra parli di elezioni di facciata mi sembra un po’ patetico. A chi è nostalgico della vecchia Provincia, ricordo che ho fatto per 5 anni l’assessore e ho seguito l’approvazione di tutti gli strumenti di pianificazione. So bene che cosa significa lavorare in Provincia, che pure non è più quella di 5 anni fa. E’ un ente ancora strategico, purtroppo il Governo dovrebbe fare di più e renderlo come era prima. A questo punto avrebbe successo tornare all’elezione diretta dei cittadini”.

Con il presidente uscente Francesco Rolleri il passaggio di consegne è stato all’insegna del fair play e della correttezza istituzionale.

Ricordiamo che con questa tornata si elegge solo il presidente, mentre il consiglio provinciale sarà rinnovato (si vota con lo stesso criterio) a gennaio.

Il tema politico di queste elezioni – con un risultato scontato – è pertanto la dimensione della vittoria della Barbieri. Quanti suffragi porterà a casa, considerando che sulla carta il centrodestra detiene la maggioranza dei votanti? Sarà votata anche da una parte dello schieramento avverso, in nome dell’unità di intenti e della collaborazione istituzionale più volte invocata in queste settimane?

L’opposizione a Palazzo Mercanti ha preso una posizione dura e ha annunciato con un conferenza stampa che diserterà le urne. Un’indicazione che non sarà seguita da parecchi sindaci di centrosinistra, che con ogni probabilità si recheranno al seggio, magari votando scheda bianca.

elezioni provinciali 2018

Il dato dell’affluenza ore 12 – Sono in corso le elezioni del nuovo Presidente della Provincia che proseguiranno fino alle ore 20.00 di oggi, mercoledì 31 ottobre nella sede della Provincia di Piacenza.

A fine mattinata, al seggio allestito nella sala Garibaldi posta al piano terra del palazzo della Provincia, si sono recati n. 85 votanti (580 gli aventi diritto al voto), per un’affluenza pari al 14,6%.

COMUNI
Fascia azzurra (fino a 3mila abitanti) – Affluenza: 12% (votanti 30 su 237 aventi diritto)
Fascia arancione (da 3mila a 5mila abitanti) – Affluenza: 14% (votanti 19 su 130 aventi diritto)
Fascia grigia (da 5mila a10mila abitanti) – Affluenza: 10% (votanti 13 su 129 aventi diritto)
Fascia rossa (da 10mila a 30mila abitanti) – Affluenza: 19% (votanti 10 su 51 aventi diritto)
Fascia viola (da 100mila a 250mila abitanti – Comune di Piacenza) – Affluenza: 40% (votanti 13 su 33 aventi diritto)

Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura delle operazioni di voto e, a seguire, il Presidente dell’Ufficio elettorale, assolti gli adempimenti di competenza, darà atto del risultato elettorale con la proclamazione del Presidente.

Rolleri al voto

COME ANDO’ NEL 2014 – Francesco Rolleri, presidente uscente e sindaco di Vigolzone, nel 2014 ottenne il consenso di 301 amministratori piacentini su 507. Il voto, ponderato sulla base della popolazione dei singoli comuni, corrispose al 56% del totale degli elettori. Naturalmente 4 anni fa gli equilibri politici erano ben diversi, con il centrosinistra che aveva il Comune di Piacenza e altri centri di “peso” elettorale, con una maggioranza netta.

Il corpo elettorale provinciale di Piacenza è suddiviso in 5 fasce demografiche al fine di proclamare gli eletti con il metodo del voto ponderato che assegna un peso diverso ai comuni a seconda del numero di abitanti; per ciascuna fascia, è prevista una scheda elettorale di colore diverso.

Dopo le 20 sono attesi i risultati.

L’elezione del Presidente della Provincia avviene sulla base della presentazione di candidature e l’unica candidatura presentata e ammessa alla carica di Presidente della Provincia di Piacenza è quella di Patrizia Barbieri.

Sul sito web dell’Amministrazione provinciale vengono pubblicate tutte le informazioni e i documenti aggiornati, relativi alla procedura elettorale in corso (http://www.provincia.pc.it/pagina.php?IDpag=918&idbox=1&idvocebox=968)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.