PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ricercato in mezza Europa scoperto e arrestato a Pontenure

Più informazioni su

Ricercato internazionale di “passaggio” a Pontenure (Piacenza), scoperto e arrestato dai carabinieri.

Un risultato ottenuto grazie all’intuito investigativo degli operatori, che hanno approfondito gli accertamenti nonostante il soggetto si mostrasse tranquillo e la situazione apparentemente in regola.

I militari, nella tarda serata del 4 ottobre, erano impegnati in un servizio esterno in piazza Tre Martiri a Pontenure, quando hanno fermato per una Mercedes station wagon per un controllo.

Alla guida un 31enne albanese, solo a bordo del veicolo; dalle prime verifiche sui suoi documenti non sono risultate anomalie o precedenti di polizia.

Dal passaporto dello straniero, in Italia con regolare visto turistico, emergevano però numerosi spostamenti nei vari paesi europei, compiuti nell’arco di pochi mesi; un dettaglio che ha insospettito i carabinieri, così come l’assoluta calma sfoggiata dal 31enne.

Hanno quindi approfondito gli accertamenti, fino a imbattersi in una nota di rintraccio dell’Interpol corrispondente al suo nominativo.

A quel punto è stato condotto in caserma, fotosegnalato e all’esito di un’ulteriore verifica compiuta con l’ufficio di Roma dell’Interpol, è emerso che nei confronti del cittadino albanese era stato emesso un mandato di cattura internazionale, spiccato dall’autorità giudiziaria di Nizza il 26 luglio scorso per sfruttamento della prostituzione, riciclaggio e associazione a delinquere.

Reati commessi in Francia e sfociati in una condanna a 10 anni di reclusione nei confronti del 31enne, di fatto latitante da oltre tre mesi. L’uomo, che da alcuni giorni soggiornava a Piacenza con la moglie, è stato quindi arrestato e portato alle Novate.

Tramite la Corte d’Appello di Bologna sarà avviato l’iter per l’estradizione in Francia.

Il maggiore Stefano Bezzeccheri, comandante della compagnia dei carabinieri di Piacenza, ha voluto complimentarsi con i militari intervenuti (nella foto) per lo scrupolo con cui hanno operato, che ha consentito di ottenere questo risultato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.