PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Studenti polacchi ospiti a Piacenza con Erasmus Plus

Più informazioni su

All’Ottavo Circolo di Piacenza iI bianco ed il rosso, colori della città, si fondono con quelli della bandiera della Polonia: l’Istituto ospita infatti, dal 15 al 21 ottobre, un gruppo di 13 studenti e 2 insegnanti provenienti dalla Smart School di Zamosc, coordinatrice del progetto Erasmus Plus “Partnership for bilingual citizenship education” che coinvolge la scuola Sagrada Familia di Barcellona e l’Ottavo Circolo di Piacenza.

Il progetto biennale è stato avviato nel 2017 ed ha previsto, nel primo anno, un training formativo per i docenti su CLIL, bilinguismo, pianificazione di obiettivi ed attività, attraverso tre diversi workshop nelle le scuole partner (di cui uno a Piacenza a giugno 2018).

In questo anno scolastico gli studenti attueranno percorsi di educazione alla cittadinanza a livello locale, nazionale, Europeo e globale attraverso itinerari collaborativi, sia con lo scambio di studenti sia con progetti di gemellaggio online sulla piattaforma eTwinning .

Gli studenti polacchi sono stati accolti nelle scuole Don Minzoni e Carella da canti e danze dei ragazzi e dall’esibizione di Lucia Tosi, musicista e mamma di alunne della scuola, che ha dato vita e movimento all’Autunno di Vivaldi sulle note del suo violino.

Al loro arrivo era presente anche la presidente dell’Associazione Italo-polacca di Pontenure, Teresa Musial, accompagnata da due membri del comitato, che ha sottolineato come gli inni di Italia e Polonia contengano reciproci riferimenti.

Gli studenti ospiti hanno iniziato il percorso con gli alunni di quinta della scuola Carella, attraverso un “cooking lab” per la preparazione dei tradizionali “Buslanein” ed un “outdoor Art lab” colorando i monumenti di Piacenza secondo lo stile Andy Warhol.

Le attività proseguono alla Don Minzoni, attraverso workshop   collaborativi con gli alunni delle classi quinte. I laboratori di Cittadinanza locale, concludono il lavoro sui monumenti con la predisposizione di board game di Piacenza e Zamosc , seguiti da un Art Lab per la realizzazione di “fiori di Cittadinanza”, ispirati ai fiori del pittore piacentino BOT.

Il percorso di Cittadinanza nazionale prevede il confronto fra le celebrazioni nei diversi Paesi partner nel corso dell’anno e la realizzazione di un poster comparativo. Si svolgerà poi un laboratorio di educazione alla cittadinanza europea, condotto da esperti di Europe Direct di Piacenza (L’Europa nelle scarpe) ed un’attività pratica di educazione alla cittadinanza globale attraverso una riedizione di “Puliamo il mondo”, in collaborazione con Legambiente, seguita dalla creazione di slogan sulla salvaguardia ambientale.

In parallelo i ragazzi saranno impegnati a raccogliere, scambiarsi e diffondere “positive news” dalla propria città e nazione, dall’Europa e dal mondo, integrando a livello internazionale il progetto avviato alla Don Minzoni, che vede i ragazzi di molte classi coinvolti nella ricerca e diffusione di notizie positive a cui il quotidiano “Libertà” dedica una pagina domenicale. Il progetto delle notizie positive assume quindi una valenza europea e internazionale.

Verrà infine scelto il logo di progetto fra quelli ideati dagli alunni italiani, a cui i partner hanno assegnato questo compito. Naturalmente tutto avverrà con l’utilizzo della lingua inglese, che permetterà agli studenti polacchi e piacentini di conoscersi, comunicare e lavorare insieme.

Il gruppo di studenti partner Erasmus Plus visiterà la città ed avrà modo di degustare le specialità gastronomiche con una cena a menù piacentino; sarà inoltre ospitata dall’Assessorato alla Cultura nei musei di Palazzo Farnese, con una guida in lingua inglese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.