PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Taglieremo il 60 per cento delle polveri” Gli esenti dai divieti

Da oggi, primo di ottobre, tornano e misure per migliorare la qualità dell’aria: obiettivo -60% di polveri killer in Emilia-Romagna. L’assessore Gazzolo: “Un Piano che ha come priorità la salute dei cittadini”.

I provvedimenti illustrati in Regione alla presenza degli assessori Priolo (Comune Bologna), Tutino (Comune Reggio Emilia) e Ramazza (Comune di Zola Predosa nel bolognese).

In 30 Comuni limiti alla circolazione anche per i diesel euro 4 ma tutelando le necessità quotidiane: esentati, fra gli altri, lavoratori turnisti, chi si sposta per cura e assistenza, chi accompagna i figli a scuola e i meno abbienti con Isee annuo fino a 14mila euro.

L’assessore risponde al capogruppo della Lega: “Se ne frega della salute delle persone e nell’accordo di governo con i 5 Stelle si spingono oltre, parlando del fermo di tutti i veicoli a benzina e diesel”.

Una riduzione del 60% delle emissioni inquinanti prodotte dal traffico urbano con il blocco dei veicoli diesel fino agli euro 4. È l’effetto atteso dai limiti alla circolazione che partono oggi, primo di ottobre, e che continueranno fino al 31 marzo 2019.

Provvedimenti che fanno parte del pacchetto di misure varate dalla Regione Emilia-Romagna, per un’aria più pulita a cui si aggiungono quelle per ridurre gli effetti del riscaldamento e numerosi incentivi a sostegno della mobilità sostenibile.

Li ha presentati in Regione l’assessore regionale all’ambiente, Paola Gazzolo nel corso di una conferenza stampa aperta anche ai 30 comuni dell’Emilia-Romagna che hanno aderito al Piano dell’aria 2020.

All’incontro sono intervenuti gli assessori alla Mobilità del Comune di Bologna, Irene Priolo, del Comune di Reggio Emilia, Mirko Tutino e del Comune di Zola Predosa (Bo), Stefano Ramazza.

“Un piano quello dell’aria che ha come priorità la salute dei cittadini perché occorre essere conseguenti fra obiettivi e azioni concrete – ha spiegato l’assessore Gazzolo-. Oggi in 30 città si è partiti con la novità dell’estensione del blocco ai diesel euro 4 che in tutta la regione interessa 172mila veicoli, il 5,4 per cento del totale.

È una misura che permetterà di tagliare le polveri killer del 60%. Si tratta di 19 punti percentuali in più rispetto al 41% raggiunto lo scorso anno con il blocco fino agli euro 3. Il nostro obiettivo è di ridurre, entro il 2020, dal 64% all’uno per cento la popolazione esposta al rischio di superamento dei limiti delle polveri sottili, causa accertata di numerose e gravi malattie.

Quanto alle critiche arrivare dal capogruppo della Lega, Alan Fabbri, sono stupita dal fatto che, e lo dico fra virgolette, senza intenti offensivi, se ne freghi della salute dei cittadini, a cui noi, ripeto, guardiamo.

Aggiungo che in Assemblea legislativa quando abbiamo approvato il Piano aria non c’è stato alcun voto contrario, Lega compresa, e che nell’accordo di governo fra la Lega stessa e i 5Stelle si va oltre, visto che si parla del blocco di tutti i veicoli a benzina e diesel”.

Il Pair 2020, approvato ad aprile 2017 senza voti contrari dall’Assemblea legislativa regionale, definisce complessivamente 94 misure: solo due sono limitazioni, le altre sono azioni che rispondono in modo strutturale al problema della qualità dell’aria.

Non vogliamo agire solo con i divieti– ha precisato Gazzolo- per questo abbiamo previsto numerosi incentivi alla mobilità sostenibile: dal bus gratuito per gli abbonati alla riconferma degli eco-bonus sul bollo, fino a 191 euro all’anno per le auto ibride. Inoltre, in ottobre arriverà il bando per la rottamazione dei veicoli commerciali”.

E per venire incontro alle necessità quotidiane dei cittadini sono previste una serie di deroghe ai divieti di circolazione: dall’esenzione per i meno abbienti (fino a 14mila euro di Isee), a quelle per i lavoratori turnisti, per chi si sposta per motivi di cura, assistenza, emergenza e per chi accompagna i bambini a scuola.

“Ma non ci fermiamo qui- ha concluso Gazzolo- con gli altri assessori del Bacino Padano abbiamo incontrato il ministro Costa avanzando una serie di proposte per continuare a migliorare la qualità dell’aria e per contrastare il cambiamento climatico. Auspichiamo che anche il Governo faccia uno sforzo in questa direzione mettendo in campo nuove risorse”.

L’assessore Priolo ha precisato che “la limitazione agli euro 4 non è una novità, ma una misura già nota da più di anno alle associazioni di categoria. Provvedimenti necessari per migliorare l’ambiente e la salute dei cittadini, un tema prioritario e che ci sta a cuore.

A Bologna aggiungiamo anche le sei domeniche super ecologiche che riguardano solo la città e non i comuni dell’hinterland perché siamo in grado di garantire servizi sostitutivi senza penalizzare i cittadini”.

“Dalla Regione un metodo positivo di dialogo coi territori, che è partito dall’esperienza dei Comuni- ha aggiunto l’assessore del Comune di Reggio Emilia, Tutino-. E questo metodo collaborativo ora è in grado di produrre azioni concrete e più efficaci capaci di affrontare le principali criticità a difesa della salute delle persone”.

VEICOLI OGGETTO DI DEROGA AI PROVVEDIMENTI DI LIMITAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE

A. Autoveicoli per trasporti specifici e per uso speciale di cui all’articolo 54 del Codice della strada
1. Sono classificati, ai sensi dell’articolo 54, comma 2, del Codice, autoveicoli dotati di una delle seguenti carrozzerie permanentemente installate:
a) furgone isotermico, o coibentato, con o senza gruppo refrigerante, riconosciuto idoneo per il trasporto di derrate in regime di temperatura controllata;
b) carrozzeria idonea per il carico, la compattazione, il trasporto e lo scarico di rifiuti solidi urbani;
c) cisterne per il trasporto di liquidi o liquami;
d) cisterna, o contenitore appositamente attrezzato, per il trasporto di materiali sfusi o pulverulenti;
e) telai attrezzati con dispositivi di ancoraggio per il trasporto di containers o casse mobili di tipo unificato;
f) telai con selle per il trasporto di coils;
g) betoniere;
h) carrozzerie destinate al trasporto di persone in particolari condizioni e distinte da una particolare attrezzatura idonea a tale scopo;
i) carrozzerie particolarmente attrezzate per il trasporto di materie classificate pericolose ai sensi dell’ADR o di normative comunitarie in proposito;
j) carrozzerie speciali, a guide carrabili e rampe di carico, idonee esclusivamente al trasporto di veicoli;
k) carrozzerie, anche ad altezza variabile, per il trasporto esclusivo di animali vivi;
l) furgoni blindati per il trasporto valori;
m) altre carrozzerie riconosciute idonee per i trasporti specifici dal Ministero dei Trasporti e della Navigazione – Direzione generale della M.C.T.C.
2. Sono classificati, ai sensi dell’articolo 54, comma 2, del Codice, per uso speciale i seguenti autoveicoli:
n) trattrici stradali;
o) autospazzatrici;
p) autospazzaneve;
q) autopompe;
r) autoinnaffiatrici;
s) autoveicoli attrezzi;
t) autoveicoli scala ed autoveicoli per riparazione linee elettriche;
u) autoveicoli gru;
v) autoveicoli per il soccorso stradale;
w) autoveicoli con pedana o cestello elevabile;
x) autosgranatrici;
y) autotrebbiatrici;
z) autoambulanze;
aa) autofunebri;
bb) autofurgoni carrozzati per trasporto di detenuti;
cc) autoveicoli per disinfezioni;
dd) autopubblicitarie e per mostre pubblicitarie purché provviste di carrozzeria apposita che non consenta altri usi e nelle quali le cose trasportate non abbandonino mai il veicolo;
ee) autoveicoli per radio, televisione, cinema;
ff) autoveicoli adibiti a spettacoli viaggianti;
gg) autoveicoli attrezzati ad ambulatori mobili;
hh) autocappella;
ii) auto attrezzate per irrorare i campi;
jj) autosaldatrici;
kk) auto con installazioni telegrafiche;
ll) autoscavatrici;
mm) autoperforatrici;
nn) autosega;
oo) autoveicoli attrezzati con gruppi elettrogeni;
pp) autopompe per calcestruzzo;
qq) autoveicoli per uso abitazione;
rr) autoveicoli per uso ufficio;
ss) autoveicoli per uso officina;
tt) autoveicoli per uso negozio;
uu) autoveicoli attrezzati a laboratori mobili o con apparecchiature mobili di rilevamento;
vv) altri autoveicoli dotati di attrezzature riconosciute idonee per l’uso speciale dal Ministero dei Trasporti e della Navigazione – Direzione generale della M.C.T.C.

B. – Altri veicoli ad uso speciale oggetto di deroga ai provvedimenti di limitazione della circolazione
ww) veicoli di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale e la pubblica sicurezza;
xx) veicoli di turnisti e di operatori in servizio di reperibilità muniti di certificazione del datore di lavoro;
yy) veicoli appartenenti ad istituti di vigilanza e veicoli utilizzati dagli Ufficiali Giudiziari in servizio;
zz) veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (taxi, noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc.);
aaa) veicoli a servizio di persone invalide provvisti del contrassegno di parcheggio per disabili, ai sensi del D.P.R. 151/2012;
bbb) veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite e trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria, nonché per l’assistenza domiciliare di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili.
ccc) veicoli di paramedici e assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;
ddd) veicoli adibiti al trasporto di merci deperibili, farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici, ecc.);
eee) veicoli adibiti al trasporto di stampa periodica;
fff) veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo, durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo) e, nel caso di motoveicoli, con istruttore che segue, in collegamento radio, su un altro motoveicolo;
ggg) veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all’art. 60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, StoricoLancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, limitatamente alle manifestazioni organizzate;
hhh) veicoli utilizzati dai donatori di sangue nella sola giornata del prelievo per il tempo strettamente necessario da/per la struttura adibita al prelievo;
iii) veicoli diretti agli istituti scolastici per l’accompagnamento, in entrata ed uscita, degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o autocertificazione indicante l’orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo tale orario;
jjj) veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione;
kkk) carri funebri e veicoli al seguito;
lll) veicoli diretti alla revisione purché muniti di documentazione che attesti la prenotazione;
mmm) veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere autorizzate dall’Amministrazione comunale;
nnn) veicoli a servizio di persone soggiornanti presso le strutture di tipo alberghiero site nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura medesima, dotati di prenotazione, oppure facendo pervenire al Corpo di Polizia Municipale, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione vistata dalla struttura ricettiva, ovvero copia della fattura in cui risultino intestatario e targa del veicolo rilasciata dalla suddetta struttura, a condizione che la stessa sia situata all’interno del Comune;
ooo) autocarri di categoria N2 e N3 (autocarri aventi massa massima superiore a 3,5 tonnellate) limitatamente al transito dalla sede operativa dell’impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e viceversa;
ppp) mezzi di cantiere a servizio della ricostruzione degli edifici danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, limitatamente ai percorsi dalla sede della ditta al cantiere, con attestazione rilasciata dal datore di lavoro o autocertificazione, nel caso di lavoratori autonomi, indicante la sede del cantiere e la natura dell’intervento.

Deroghe già previste dalla normativa nazionale e comunitaria per:
1. veicoli adibiti al servizio postale universale o in possesso di licenza/autorizzazione ministeriale di cui alla direttiva 97/67/CE come modificata dalla direttiva 2002/39/CE
(decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261 e s.m.i.);
2. veicoli muniti di autorizzazione alla circolazione di prova ai sensi dell’art. 1 del D.P.R. 24 novembre 2001, n. 474

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.