PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terremoto e incendio alla centrale di Caorso, maxi esercitazione fotogallery

Un terremoto che provoca il danneggiamento e l’incendio del 20% dei fusti stoccati all’interno della centrale nucleare di Caorso. E’ lo scenario ricreato per l’esercitazione di protezione civile andata in scena nella mattinata di mercoledì nel piacentino.

A seguito dell’incidente sono scattate le procedure della pianificazione provinciale, con l’intervento sul posto degli addetti Sogin e del personale dei Vigili del Fuoco e l’ausilio di squadre provenienti anche dalle province limitrofe sotto il coordinamento del Direttore regionale dei Vigili del Fuoco Emilia Romagna, ing. Barberi.

In Prefettura a Piacenza è stato costituito il Centro coordinamento soccorsi (C.C.S.), che – in situazioni di emergenza – detta le linee strategiche di intervento, oltre a curare la comunicazione con gli Uffici centrali e con i media: per l’occasione era composto dal rappresentante del Sindaco di Caorso e Monticelli d’Ongina, della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, del Comando Polizia stradale di Piacenza, dell’Agenzia regionale per la protezione civile della Regione Emilia – Romagna, del 118, dell’ASL, dell’ARPAE e della Croce Rossa Italiana, coordinato dal Dirigente dell’Area V “Protezione Civile, Difesa Civile e Coordinamento del Soccorso Pubblico” della Prefettura di Piacenza.

Il Comune di Caorso ha a sua volta attivato il Centro operativo comunale (C.O.C.), costantemente in contatto con la Prefettura anche riguardo alla comunicazione diretta alla popolazione e ad eventuali provvedimenti contingibili ed urgenti da adottare.

L’ampio debriefing, svoltosi al termine dell’esercitazione, alla presenza anche dei rappresentanti della Sogin e dei principali attori che sono intervenuti presso la centrale e nei vari organismi tecnici (Centro coordinamento emergenze, Centro Coordinamento Radiologico Interprovinciale) – spiega la Prefettura – ha rilevato che “sono stati raggiunti in maniera soddisfacente tutti gli obiettivi previsti, testando i flussi informativi, le procedure di attivazione delle singole strutture operative con relativi tempi di risposta, la valutazione dei posti di blocco per la cinturazione delle aree interessate dall’incidente e di quanto necessario per la circolazione ferroviaria e fluviale nonché eventuali provvedimenti in materia ambientale e sanitaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.