PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Continue minacce e aggressioni agli avventori dei bar, 44enne arrestato

Continue minacce e aggressioni ai titolari e agli avventori di due bar di Gossolengo (Piacenza), 44enne arrestato dai carabinieri con l’accusa di atti persecutori aggravati, e atti persecutori aggravati dalla discriminazione razziale.

Si tratta di un soggetto piacentino, pluripregiudicato per vari reati, quali furto, lesioni e stupefacenti, colpito da una misura cautelare in carcere, dove è stato condotto dai militari il 26 ottobre scorso.

L’indagine lampo è stata compiuta dai militari della stazione di Rivergaro, guidati dal luogotenente Roberto Guasco e dal maresciallo capo Giuliano Baccioli; in meno di un mese, a partire da inizio ottobre, le forze dell’ordine hanno accertato diversi episodi a carico del 44enne, il cui comportamento si sarebbe fatto così aggressivo e assiduo da costringere uno dei locali ad abbassare la saracinesca per alcuni giorni.

Una situazione che aveva portato all’esasperazione le vittime, mettendo a repentaglio la loro incolumità, come sottolineato dal luogotenente Giovanni Oddonin, comandante del Norm di Bobbio.

Da quanto emerge dal racconto degli investigatori, il 44enne aveva l’abitudine, quasi giornaliera, di presentarsi già alterato da alcol e altre sostanze nei bar, dove poi iniziava a inveire contro il personale o i clienti; offese, lanci di oggetti o minacce vere e proprie, che scattavano senza apparente motivo e avevano instaurato ormai un clima di costante paura.

Secondo quanto appurato dai carabinieri, l’uomo se la sarebbe presa con un avventore di colore, insultandolo con frasi razziste condite da minacce; in un’altra occasione avrebbe puntato un coltello da cucina sempre contro un cliente, mentre un terzo malcapitato sarebbe stato inseguito e malmenato dal 44enne con un bastone, mentre raggiungeva la sua vettura.

L’insieme di elementi raccolti in breve tempo dalle forze dell’ordine, coordinate dal sostituto procuratore Antonio Colonna, hanno portato all’emissione del provvedimento di misura cautelare e all’accompagnamento dell’uomo alle Novate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.