“I contratti a tempo indeterminato scesi dal 31 al 13% in 10 anni”

I contratti a tempo indeterminato sono scesi, a Piacenza, dal 31 al 13% in 10 anni. Un dato messo in luce dal professor Paolo Rizzi (nel video), docente del laboratorio Lel dell’università Cattolica di Piacenza, in occasione della presentazione del nuovo “Sportello lavoro” aperto dalla Cisl presso la sede provinciale Cisl Parma Piacenza, in via Cella 11/A.

Sportello Lavoro Cisl

“Aumenta la flessibilità nel mondo del lavoro – dice Rizzi -, questa è una dinamica non solo Italia ma europea. Diminuiscono i contratti a tempo indeterminato e aumentano quelli a tempo determinato: in questo caso nell’arco di 10 anni si è passati dal 44 al 57%“.

Sportello Lavoro Cisl

“Una tendenza che si è invertita solo quando sono stati adottati i benefit introdotti dal Governo Renzi proprio per le assunzioni a tempo indeterminato – afferma il segretario Cisl Piacenza – Parma Marina Molinari -, in quel momento ci fu un picco positivo poi seguito dal consueto crollo”.

“La ragione sostanziale sta nella scarsa fiducia delle imprese sul futuro, in momento così lacerato socialmente, con poca chiarezza sulle prospettive legale al Pil del Paese e con le politiche adottate, anche da nazioni estere, sui dazi. In questo contesto, le imprese preferiscono assumere a tempo determinato”.

“Noi come Cisl chiediamo incentivi per invertire la tendenza, misure stabili in grado di far crescere nuovamente le assunzioni a tempo indeterminato”.

In un contesto così incerto diventa fondamentale poter contare su servizi come il nuovo Sportello Cisl.

“Può offrire un valido aiuto a giovani in cerca di primo impiego, disoccupati, studenti che vogliono fare esperienza lavorativa anche durante il percorso scolastico –  spiega la referente del progetto Maria Paola Mazzoni -, un’idea nata dalla considerazione che il sindacato non debba essere solo uno strumento di tutela del lavoratore all’interno dell’azienda ma debba essere al passo con i tempi, e preoccuparsi anche di chi resta senza lavoro”.

“Grazie ai contatti che abbiamo con le associazioni datoriali (Cristian Camisa, presidente Confapi, era presente al “lancio” del nuovo sportello, ndr), vogliamo essere un punto di incontro per chi cerca un’occupazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.