PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Debito per coca, la rapina del cellulare e poi le le mette le mani al collo. Arrestata

Debito per cocaina, s’impossessa del suo cellulare e poi le mette le mani al collo.

Un “festino” finito male, andato in scena a Piacenza nella notte tra il 1 e il 2 novembre e terminato con l’arresto per rapina di una 44enne nigeriana, che deve rispondere anche di una denuncia per spaccio di stupefacenti.

L’intervento dei carabinieri del Radiomobile è scattato attorno alle 10,30 di ieri, su richiesta della vittima, una 30enne piacentina, scesa in strada in cerca di aiuto. Secondo quanto ricostruito dai militari, la donna, in compagnia di un altro 40enne piacentino, aveva trascorso la notte consumando cocaina fornita dalla straniera all’interno del suo appartamento, situato nel centro storico.

Al mattino, quando la 44enne avrebbe chiesto loro di saldare il conto per la droga, l’uomo si sarebbe allontanato con una scusa, mentre l’altra le avrebbe detto di non avere i soldi necessari, circa 130 euro.

A quel punto avrebbe preso il via la lite e la “pusher” prima si sarebbe impossessata dello smartphone della “cliente”, rifiutandosi di riconsegnarglielo fin quando non l’avesse pagata e poi, di fronte al rifiuto, l’avrebbe aggredita, mettendole le mani al collo.

La 30enne è riuscita a divincolarsi e a fuggire in strada, dove ha fermato un passante, chiedendogli di avvertire le forze dell’ordine.

Gli operatori, intervenuti sul posto, hanno bloccato e arrestato la 44enne, già nota per spaccio e trovata in possesso di un bilancino di precisione; deve comparire in tribunale per il processo per direttissima.

La straniera così come i due piacentini, è stata anche segnalata come assuntore di stupefacenti alla Prefettura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.