PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Don Borea. Quando l’amore è più forte dell’odio”, presentazione a Gropparello

Sabato 24 novembre alle 20 e 45 la Biblioteca di Gropparello (Piacenza) presenta il libro “Don Borea. Quando l’amore è più forte dell’odio” per ricordare Don Giuseppe Borea, il giovane parroco di Obolo fucilato dai fascisti a Piacenza il 9 Febbraio 1945.

Sarà presente la scrittrice e ricercatrice Lucia Romiti curatrice di un nuovo lavoro di ricerca più approfondito e completo sulla figura del sacerdote piacentino, medaglia d’argento al valor militare.

L’evento si inserisce in un calendario di iniziative che, dal 2017, si pongono l’obiettivo di accrescere la conoscenza della figura di Don Giuseppe Borea, della sua vita e del suo operato.

Tali iniziative sono coordinate da un gruppo spontaneo di persone afferenti alla società civile, religiosa e associazionistica, come l’ANPI Gropparello Carpaneto e Oltre la Storia, che hanno aderito e sostengono il desiderio della famiglia nell’intento di approfondire la conoscenza di Don Giuseppe Borea.

25Xdodici+uno – ANPI Gropparello Carpaneto e GruppoKoinè Arte Contemporanea invitano all’inaugurazione di “25Xdodici+uno” il 25 novembre alle ore 11 presso il point di Piazza Roma 51.

Il progetto consiste in un intervento artistico collettivo il giorno 25 di ogni mese. Per un intero anno e in vari luoghi. Questo si prefigge il gruppo Koinè suggerendo la valorizzazione della cerimonia della liberazione, ricordandone l’impegno quotidiano.

A Gropparello, per il progetto che prende il nome di “Figli di Nessuno”, è stato individuato un cammino dove trovano spazio le installazioni degli artisti che ripercorrono idealmente i luoghi simbolo della resistenza e che rimarranno visitabili fino al 17 dicembre.

Il progetto ha ottenuto il Patrocinio dei Comuni di Gropparello e Morfasso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.