PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due piacentini in gara a Bologna al primo torneo italiano di tennis per ciechi

Nel corso del fine settimana, da venerdì a domenica, si svolgerà a Bologna, presso la sede dell’associazione sportiva Virtus Tennis, il Primo torneo Italiano di Tennis per Ciechi.

Al torneo parteciperanno anche due piacentini: Andrea Gregori ed Olimpia Di Luccio, soci dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sezione territoriale di Piacenza.

Il Tennis per Ciechi, spesso chiamato a livello internazionale “Blind Tennis”, è uno sport relativamente nuovo, nato in Giappone per opera di Miyoshi Takei, ragazzo non vedente che desiderava giocare a tennis ma che a causa dei suoi limiti fisici dovette riadattarlo alla portata dei disabili visivi.

La prima sfida fu quella di riadattare la pallina da tennis dotandola di un suono per poter essere localizzata senza l’uso della vista. Anche il rimbalzo e la traiettoria erano due aspetti importanti e, dopo diversi tentativi e materiali testati, Takei decise di creare una pallina di spugna più grande di una pallina regolamentare con al proprio interno una pallina da ping-pong munita di sonagli.

Il suono creato dal rimbalzo e dall’impatto sulla racchetta diede l’opportunità di individuarla facilmente nello spazio e le grandi dimensioni della pallina permisero anche agli ipovedenti di approcciarsi a questo nuovo sport.

La consacrazione definitiva avvenne nel 1990, quando in Giappone si svolse il primo torneo assoluto di Tennis per Ciechi e, successivamente, nel 2017 con il Primo Torneo Internazionale disputato in Spagna, a cui il piacentino Gregori prese parte.

Miyoshi Takei è scomparso nel 2011, ma la sua eredità sportiva era ormai stata sdoganata e a partire dall’Asia il Tennis per Ciechi si diffuse in tutto il mondo.

In Italia il “Blind Tennis” è nato grazie al prezioso lavoro del maestro Eduardo Silva, friulano d’adozione, che nel 2014 fondò il progetto “Tennis per Ciechi ITALIA”, diventando inoltre referente italiano dell’International Blind Tennis Association.

Dopo anni di duro lavoro di informazione e diffusione sul suolo nazionale si è finalmente giunti all’organizzazione del primo Torneo Italiano di Tennis per Ciechi che vedrà persone non vedenti ed ipovedenti sfidarsi, in campo maschile e femminile, per il primo titolo italiano ufficialmente riconosciuto.

Grazie all’aiuto dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Piacenza, e alla collaborazione dell’Associazione Tennis BorgoTrebbia, alcuni ipovedenti piacentini hanno iniziato a praticare il Tennis per Ciechi a partire dallo scorso febbraio.

Due di loro, Andrea Gregori e Olimpia Di Luccio (nella foto), prederanno parte ora al Torneo Italiano, partecipando ad un meraviglioso evento di inclusione sportiva e sociale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.