L’alluvione è solo simulata, in campo volontari e Protezione civile per l’esercitazione fotogallery

Un’alluvione simulata nei bacini del Trebbia e del Nure, con persone disperse sul greto dei fiumi e la mobilitazione di tutte le forze di soccorso.

Fortunatamente si è trattata solo di un’esercitazione quella messa in atto nella giornata di sabato 17 novembre.

Nelle foto alcuni momenti del lavoro degli operatori e dei volontari di Anpas Croce Bianca e della Pubblica Assistenza Valnure nella zona di Torrano. In tutto 60 le persone coinvolte.

Operazioni di ricerca e soccorso di persone ferite sono state effettuate anche a Biana e a Riva nel comune di Pontedellolio, località tristemente note per essere state investite dall’alluvione, quella vera, del settembre 2015.

Impegnate anche le unità cinofile di Anpas giunte da Parma.

L’esercitazione è stata coordinata dalla Prefettura di Piacenza e ha chiamato in causa il lavoro dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, dei Comuni di Piacenza, Travo e Pontedellolio, delle Unioni dei Comuni di Alta Valnure, Alta Valtrebbia, Valnure e Valchero, Bassa Valtrebbia Fiume Po e Bassa Valdarda, della questura, del servizio viabilità della provincia, dell’Aipo, del Servizio Area Affluenti Po, del Consorzio di Bonifica, nonchè del coordinamento provinciale del volontariato.

L’obiettivo è stato quello di “testare il sistema di protezione civile, con particolare riguardo alle procedure di allertamento, alla valutazione dei modelli organizzativi previsti dalle pianificazioni comunali, all’attivazione dei presidi territoriali”, oltre alla “sensibilizzazione della cittadinanza su rischi e sistemi anche di autoprotezione”.

Impiegati anche i radioamatori per porre in comunicazione il centro coordinamento soccorsi della Prefettura con alcuni dei centri di coordinamento comunali presenti sul territorio, ipotizzando lo scenario di possibili difficoltà di comunicazione con la telefonia fissa e mobile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.