PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omaggio a Jannacci in chiave jazz per “Musica al Lavoro”

Dopo l’applaudita anteprima del 27 ottobre scorso con lo spettacolo di Alberto Bertoli, figlio del compianto Pierangelo, riparte Musica al Lavoro, la rassegna di musica e parole organizzata da Arci e Cgil Piacenza presso il Salone “Nelson Mandela” di via XXIV maggio 18.

Venerdì 30 novembre, con inizio alle ore 21.30 al Salone Nelson Mandela di via XXIV Maggio a Piacenza lo spettacolo “La Milano di Enzo Jannacci”, un omaggio in chiave jazz alle canzoni di Jannacci dei primi anni ‘60.

Il gruppo ricorderà Vincenzo cantautore, cabarettista, pianista, compositore, attore, sceneggiatore e, non per ultimo, medico. Suonano, cantano, recitano i dischi d’esordio, alcuni dei suoi capolavori in dialetto, le sue storie ambientate a Milano che parlano dei diversi, degli ultimi, d’amore e di impegno per quelli che hanno più bisogno.

Il tutto con uno sguardo musicale che valorizza l’amore di Enzo per il jazz, con la traccia degli splendidi arrangiamenti che il figlio Paolo ha regalato al gruppo. La scelta dei brani mette in rilievo sia la parte “comica” che quella malinconica, non indulge unicamente alla notorietà e ricerca le canzoni meno note, ma di grande valore.

Musicisti professionisti e appassionati al progetto, con entusiasmo e modestia affrontano la grande Milano del maestro Jannacci. Un’interpretazione del cantante efficace e personale, che non fa parodie del personaggio, lasciando all’attore la parte dei frizzi e lazzi tipici di Enzo.

Maurizio Guzzetti, voceCantante con il gusto per la canzone italiana e popolare, ha alle spalle un’intensa esperienza nei locali milanesi e nelle feste di piazza. Dal 2000 indirizza il suo repertorio verso la tradizione della canzone milanese. Tra i suoi trascorsi progetti il “Teatro Canzone di Giorgio Gaber” e “L’omaggio a Luigi Tenco”.

Alessandro Torre, voce narrante

Dario Fasci, tastiere – Ha collaborato con gruppi di vario genere e partecipato a numerosi concerti in forma orchestrale, di gruppo e solista. Ha composto colonne sonore per spettacoli teatrali.

Giuseppe Bonifacio, tromba – Trasferitosi dalla Basilicata, si diploma in tromba presso la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado” di Milano. Entra a far parte di varie band di vari generi come rock, pop, funky, swing e cantautorato.

Gabriele Pascale, batteria – Collabora con formazioni jazz e musica d’autore da anni e attualmente in un trio jazz.

Maurizio Parola, contrabbasso – Calca i palchi dagli anni ’70 suonando contrabbasso, basso elettrico e chitarra acustica, in formazioni di rock progressive e fusion. Attualmente collabora, oltre che con il progetto Jannacci, anche con il progetto “Noi se fossimo Gaber”. Partecipa agli arrangiamenti e alla registrazione di opere di cantautori esordienti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.