PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pioggia con qualche tregua, il livello del Po risale previsioni

Più informazioni su

Il weekend del 3 e 4 novembre sarà all’insegna del maltempo con piogge e pioviggini sparse, salvo un breve intervallo senza precipitazioni sul settore centro-orientale della regione nella mattina di domenica 4 novembre.

La visibilità risulterà ridotta per foschie dense e locali banchi di nebbia. Le temperature continueranno a presentare valori superiori alla media stagionale con minime intorno a 14 gradi e massime comprese tra 17 e 19 gradi.

Sulla base di questo quadro, l’Agenzia regionale di Protezione Civile, sulla base dei dati previsionali del Centro Funzionale Arpae ha emesso l’Allerta n. 101, valida dalla mezzanotte di sabato 3 novembre, per le successive 24 ore.

L’Allerta è Arancione per criticità idraulica per la propagazione della piena del Po, che interessa i territori dal piacentino al ferrarese.

Piacenza, Aipo prevede di continuare le manovre idrauliche di chiusura e riapertura delle chiaviche fino a domenica, mentre prosegue la piena lungo il tratto di fiume emiliano.

Un colmo di piena è in transito nel pomeriggio di oggi tra le sezioni di Borgoforte e Sermide (MN); un nuovo colmo sta passando a Ponte Becca (PV) ed arriverà nella serata di sabato nella sezione di Piacenza per poi transitare nel pomeriggio del 3 novembre nella sezione di Boretto.

Successivamente, nella parte terminale del Po, le due piene tenderanno ad unirsi a causa della difficoltà di immissione nel mare Adriatico.

Il Giallo per criticità idraulica è stato emesso nella zona di allerta H (Pianura e bassa collina emiliana occidentale) nelle province di Parma e Piacenza per gli effetti legati al passaggio dell’onda di piena.

L’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, assieme ad Arpae, AIPO ed i servizi tecnici regionali, continueranno a tenere monitorata la situazione in raccordo con le amministrazioni locali.

L’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, in stretto raccordo con Arpae E-R, seguirà l’evoluzione della situazione; si consiglia di consultare l’Allerta e gli scenari di riferimento sulla piattaforma web: https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it.

La nota di Aipo – La piena del Po prosegue la sua propagazione lungo la parte mediana dell’asta fluviale con livelli che si attestano sopra la soglia 1 (criticità ordinaria) tra Casalmaggiore e Pontelagoscuro, mentre rimane il livello di criticità 2 (criticità moderata) nei rami deltizi a causa del difficoltoso deflusso in mare.

Si prevede che i valori non subiranno variazioni rilevanti per le prossime 36 ore.

A partire dalla nottata di domenica, in relazione a una nuova perturbazione che interesserà il Piemonte occidentale, è atteso un nuovo incremento dei livelli nel tratto piemontese del Po.

Si ritiene probabile il superamento della soglia 1 in corrispondenza negli idrometri di Carignano, Torino Murazzi e San Sebastiano e possibile anche il superamento della soglia 2 nelle ore successive. In merito a questa ulteriore onda di piena in via di formazione nel settore occidentale saranno forniti ulteriori aggiornamenti, sulla base dei dati di previsione.

Il personale AIPo rimane attivo nell’azione di monitoraggio e verifica delle opere idrauliche, in collaborazione e coordinamento con tutti gli Enti facenti parte del sistema di protezione civile.

E’ raccomandata la massima prudenza in prossimità delle aree prospicienti il fiume e delle golene.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.