PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seleco, proprietaria del Pro Piacenza, ottiene il concordato preventivo

Più informazioni su

Sono conclamate le difficoltà finanziarie della società Seleco spa che detiene la proprietà del Pro Piacenza.

Secondo quanto riporta il quotidiano “Il Piccolo” la Seleco ha infatto chiesto e ottenuto l’ammissione al concordato preventivo dal Tribunale di Trieste.

Ricordiamo che non risultano pagati gli stipendi ai giocatori rossoneri che hanno deciso la messa in mora della societa.

Al quotidiano triestino il presidente Seleco Maurizio Pannella afferma che “l’azienda si trova in temporanea difficoltà, a causa del ritardato inizio della produzione di televisori. Presenteremo al Tribunale una proposta per ristrutturare il debito, che è in gran parte contratto con gli istituti di credito”.

I problemi sono legati al ritardo di alcune concessioni del porto di Trieste, terminal commerciale dell’attività di produzione dei televisori della Seleco.

Il Tribunale ha concesso a Seleco spa – riporta sempre “Il Piccolo” – tempo fino al prossimo 27 dicembre per depositare in cancelleria una proposta rivolta ai creditori.

Entro il 9 novembre Seleco dovrà presentare una relazione sulla situazione patrimoniale, economica, finanziaria della società.

Secondo quanto riportato da “Milano Finanza”, ad agosto è stato raggiunto un indebitamento di 8,4 milioni, che sarebbe stato provocato dalle spese di sponsorizzazione e dal crollo dei ricavi da 12,5 a 1,1 milioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.