PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Women in the White Album, lunedì in Fondazione l’omaggio ai Beatles

Per celebrare i 50 anni dall’uscita del White Album dei Beatles, uno spettacolo multimediale tra visioni, canzoni, teatro e danza.

La suggestiva performance si terrà lunedì 3 dicembre, alle 21, nell’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

“Women in the White Album” è il titolo dell’evento, nato da un’idea di Alberto Dosi, voce e anima narrante della serata, che vuole essere un’occasione per riflettere sulla più grande rivoluzione musicale (e culturale) del mondo moderno, cogliere ispirazione e ripensare il tema del femminile, in un’epoca particolarmente misogina e violenta, attraverso alcune canzoni immortali.

“La serata si svilupperà attraverso diverse forme d’arte, come del resto è impossibile attribuire un singolo genere musicale all’Album Bianco dei Beatles, perché ne tocca diversi – spiega Alberto Dosi -. Quindi ci saranno 5 video realizzati da altrettanti videomaker, una esibizione di danza e la recitazione di due monologhi, scritti da Eleonora Bagarotti, ispirati a due canzoni dedicate a figure femminili che compaiono nel disco: Julia, la madre di John Lennon, e Sexy Sadie”.

“Cinque canzoni dell’album sono state riproposte da videomaker diversi – continua Roberto Dassoni – secondo la propria cifra stilistica, come il sottoscritto, Paolo Guglielmetti, Francesco Paladino, Fausto Mazza, Daniele Signaroldi. La serata si chiuderà con l’esibizione del Placentia Gospel Choir (il cui compenso andrà in beneficenza alla casa di riposo Maruffi,ndr), che intonerà Obladi Oblada. inoltre, per l’occasione l’auditorium della Fondazione vedrà un allestimento particolare, tutto declinato su tonalità candide, così come chiediamo a chi parteciperà alla serata di indossare un capo bianco”.

Lo spettacolo sarà impreziosito dalla esibizione di danza di Silvia Rastelli, mentre le attrici Letizia Bravi e Carolina Migli Bateson interpreteranno i monologhi scritti per l’occasione da Eleonora Bagarotti. “Ho scelto due canzoni del White Album dedicate a due figure femminili: Julia, la madre di John Lennon, in cui emerge la sua fragilità, e Sexy Sadie, ispirato in realtà alla figura del guru indiano Maharishi Mahesh Yogi, da cui Lennon si era sentito tradito, e che non ha quindi una caratterizzazione di genere” conclude Bagarotti.

A Edoardo Leccardi e Stefano Pareti, invece, il compito di contestualizzare il periodo storico, a ridosso del ’68.

L’ingresso è libero.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.