PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Piace espugna il Moccagatta e torna alla vittoria (0-2) COMMENTO – VIDEO foto

Più informazioni su

Il Piacenza espugna il “Moccagatta” di Alessandria con un gol per tempo e torna a conquistare i tre punti.

Decidono le reti di Di Molfetta e Pesenti per un successo che rilancia anche in classifica i biancorossi, con i “grigi” che possono recriminare per gli errori sotto porta nella prima frazione.

LA PARTITA – Nessuna sorpresa per il Piacenza, guidato in panchina da Andrea Lussardi al posto dello squalificato Franzini, con il rientro di Bertoncini in difesa; davanti gioca Pesenti supportato da Sestu e Di Molfetta.

Partono meglio i padroni di casa, che già al 9’ si rendono pericolosi: è Sartore, liberato in area, a concludere debolmente verso Fumagalli da ottima posizione. I grigi vanno un paio di volte alla conclusione, ma il Piacenza alla prima occasione passa: al 19’ cross di Sestu che arriva in area, Di Molfetta aggancia il pallone e gira in porta per il vantaggio.

I biancorossi sono compatti e ben messi in campo, l’Alessandria fatica a trovare spazi ma sfiora il gol nel finale: serve un grande intervento di Fumagalli per disinnescare il colpo di testa di Gatto da pochi passi.

Nella ripresa i padroni di casa spingono alla ricerca del pari, ma trovano sulla loro strada un Fumagalli sempre attento. Il Piacenza al 66’ perde Sestu per un problema muscolare (al suo posto Cauz), passano pochi minuti ed ecco il raddoppio: Barlocco è pescato in area e finisce a terra sull’uscita di Cucchietti: per l’arbitro è rigore che Pesenti non fallisce spiazzando l’estremo difensore piemontese (71’).

E’ il colpo del ko per i padroni di casa, e la partita di fatto si chiude qua.

Tre punti importanti per il Piacenza, che si riporta al secondo posto ad una sola lunghezza dalla capolista Carrarese (con una gara in meno). Domenica sfida casalinga al Garilli con l’Arzachena.

LUSSARDI: “VITTORIA MERITATA” – “Venire a vincere qua non è mai facile, siamo stati bravi a interpretare nel modo giusto la gara – le parole di Andrea Lussardi ai microfoni di Rai Sport -. Abbiamo sofferto un po’ nel primo tempo, poi ci siamo messi a posto e la vittoria è meritata.Ora abbiamo una settimana per lavorare e preparare bene la prossima gara”.

“Chi può vincere il girone? Sono troppe le squadre forti, ci sarà equilibrio fino alla fine. Vincere queste partite fuori casa può essere importante”.

LA SINTESI da Sportube.tv

VITTORIA IMPORTANTISSIMA, MA NON ENTUSIASMANTE – Il COMMENTO di Luigi Carini – Il Moccagatta porta fortuna al Piacenza. Su questo campo circa un mese fa aveva battuto, con lo stesso risultato, l’Under 23 della Juve (che gioca le partite casalinghe in questo stadio); stasera supera l’Alessandria ritornando alla vittoria dopo due sconfitte ed un pareggio.

In particolare questo glorioso campo porta fortuna a Di Molfetta, che bissa la rete con la Juve e realizza il gol che apre le marcature e decide la gara, anche se poi sarà Pesenti (su rigore) a siglare il più classico dei risultati.

Vittoria importantissima, ma non entusiasmante, ottenuta soprattutto grazie alla difesa ben protetta dai centrocampisti ed esterni che hanno saputo rintuzzare gli attacchi dei “grigi” locali sempre con tempestività ed ordine. All’evenienza, poi, ci pensava il solito Fumagalli ad essere provvidenziale in un paio di circostanze.

In questi casi solitamente si parla di cinismo per come i biancorossi hanno saputo sfruttare le occasioni e lasciato, quasi totalmente, l’iniziativa all’avversario. Noi, invece, la chiamiamo organizzazione di gioco, mediante la quale si riesce a chiudere gli spazi senza permettere penetrazioni pericolose all’avversario e a gestire la gara sempre con calma e personalità, aspettando il momento propizio per colpire in modo letale

Naturalmente per vincere occorre anche che gli episodi vadano nel verso giusto, come in effetti è stato, ma anche questo rientra nella capacità di gestione delle situazioni…

Ha vinto il Piacenza perchè è più squadra della giovane ed acerba Alessandria, perché ha un tasso tecnico superiore e perché dispone di giocatori di assoluto livello come, ad esempio, Della Latta, giocatore straordinario per il volume di gioco che svolge e in grado di essere utile e prezioso in tutte le zone del campo, o Di Molfetta, capace di spunti determinanti.

A livello di singoli, oltre al già citato, Fumagalli, vorremmo sottolineare le superlative prove della coppia centrale Pergreffi – Bertoncini, finalmente impeccabili (o quasi).

Difetti? Quei 25’ minuti della ripresa, quando si è lasciata eccessiva iniziativa all’Alessandria, e qualche errore di troppo da parte di qualcuno; ma non è il caso di entrare nel sottile di fronte ad un risultato estremamente importante perché rilancia la squadra dello squalificato Franzini (con Lussardi in panchina) e la riporta nella zona altissima della classifica (vincendo il recupero si è primi) quando, guardandoci attorno, il campionato sembra molto equilibrato al vertice.

L’importante è restarci.

ALESSANDRIA – PIACENZA 0-2

Alessandria: Cucchietti; Gjura, Prestia, Agostinone; Tentoni (42’ st Delvino) Gazzi (30’ st Maltese), Gatto, Sartore; Bellazzini (37’ st Checchin); De Luca (30’ st Talamo), Santini. All.: D’Agostino

Piacenza: Fumagalli; Troiani, Bertoncini, Pergreffi, Barlocco; Nicco (43’ st Spinozzi), Marotta, Della Latta; Sestu (21’ st Cauz), Pesenti (29’ st Romero), Di Molfetta. All.: Lussardi

Arbitro: Miele di Nola

Reti: pt 19’ Di Molfetta, st 26’ Pesenti

Ammonizioni: Santini, Gjura (Alessandria); Pesenti (Piacenza)

Angoli 6-3 per l’Alessandria.

Recupero 0’ + 4’

LA CRONACA

94′ – Triplice fischio al Moccagatta: Piacenza batte Alessandria 2-0, a segno per i biancorossi Di Molfetta e Pesenti

90′ – Quattro minuti di recupero

88′ – Nel Piacenza esce Nicco (tra gli applausi del pubblico di casa) sostituito da Spinozzi

87′ – Ultimo cambio per l’Alessandria: entra Delvino per Tentoni

83′ – Nell’Alessandria dentro anche Checchin per Bellazzini

76′ – Girandola di cambi: nell’Alessandria entrano Talamo e Maltese per De Luca e Gazzi. Poco prima Lussardi ha sostituito Pesenti con Romero

71′ – Pesenti non sbaglia dal dischetto: 0-2

70′ – Barlocco lanciato in area anticipa il portiere e cade, per l’arbitro è rigore

68′ – De Luca di testa in area, Fumagalli reattivo respinge in corner

67′ – Rasoterra di Barlocco dal limite, palla a lato

66′ – Qualche problema per Sestu che abbandona il terreno di gioco, al suo posto Cauz

62′ – Agostinone da fuori area, Fumagalli in difficoltà respinge

58′ – Ancora Santini lanciato in verticale calcia fuori sull’uscita di Fumagalli, ma l’azione è fermata per fuorigioco

55′ – Santini ci prova dalla distanza, Fumagalli attento

52′ – Bella giocata di De Luca che si accentra e calcia di sinistro, palla alta

Via alla ripresa, nessun cambio fra i 22 in campo

45′ – Finisce il primo tempo senza recupero: Piacenza in vantaggio al Moccagatta grazie alla rete di Di Molfetta: “Dobbiamo continuare così, l’Alessandria non molla niente”, le sue parole al termine della prima frazione

43′ – Grande parata di Fumagalli, che salva sul colpo di testa ravvicinato di Gatto

39′ – Gatto intercetta un pallone al limite dell’area e calcia verso la porta pressato da un biancorosso, conclusione alle stelle

31′ – Ci prova Marotta dalla distanza sugli sviluppi di un calcio di punizione, conclusione centrale parata

24′ – Fumagalli esce di pugno e sventa un’azione offensiva dei padroni di casa

19′ – Piacenza in vantaggio: Di Molfetta controlla in area un traversone dalla destra di Sestu e gira in rete superando Cucchietti

17′ – Prima conclusione del Piacenza con Pergreffi dalla distanza, il tiro rimbalza davanti a Cucchietti che respinge in qualche modo

15′ – Gjura vince un contrasto e va alla conclusione da distanza siderale, palla fuori misura

10′ – Bellazzini va al tiro da fuori area, palla abbondantemente alta

9′ – Occasione Alessandria per Sartore, che liberato davanti a Fumagalli si fa ipnotizzare dal numero uno biancorosso

1- Via alla gara al Moccagatta, primo pallone per i padroni di casa

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.