Alla Fondazione di Piacenza e Vigevano l’1,1 % del capitale di Credit Agricole Cariparma

FONDAZIONE CARIPARMA E FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO: ALLEANZA PER LA CRESCITA DEL TERRITORIO
A FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO L’1,1% DEL CAPITALE DI CRÉDIT AGRICOLE CARIPARMA DALLA FONDAZIONE CARIPARMA – La nota stampa

Una vera e propria alleanza per la crescita del territorio, con molti elementi in comune per assicurare una proficua collaborazione per lo sviluppo sociale e culturale.

La Fondazione di Piacenza e Vigevano rientra dopo più di un decennio nel capitale di Crédit Agricole Cariparma.

E lo fa attraverso un accordo con la Fondazione Cariparma che contribuisce a rafforzare il legame della banca con un territorio di presenza storico.

La Fondazione di Piacenza e Vigevano ha acquisito una partecipazione pari all’1,1% delle azioni della banca, direttamente da Fondazione Cariparma, che rimane un azionista importante grazie alla sua quota del 12,3%.

«Il protocollo di intesa Acri-Mef ci impone la riduzione della partecipazione nella banca – spiega il Professor Gino Gandolfi, Presidente di Fondazione Cariparma.

Abbiamo scelto di cedere una quota dell’1,1% alla Fondazione di Piacenza e Vigevano perché insediata su di un territorio limitrofo e in cui è storicamente radicato l’istituto, con l’intento di favorire una partnership territoriale finalizzata a creare opportunità di sviluppo per le comunità parmigiana e piacentina.

Mi piace infatti pensare che l’azionariato delle Fondazioni di origine bancaria sia mosso da un dna di responsabilità sociale d’impresa fortemente legato ad una identità locale – conclude Gandolfi – così come, in Francia, le casse locali sono alla base dell’organizzazione cooperativa di Crédit Agricole.»

«Lo scopo delle Fondazioni di origine bancaria è quello di far crescere i propri territori – ha dichiarato Massimo Toscani, Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Ritengo che oggi questo sia possibile creando alleanze fra Fondazioni vicine che abbiano affinità storiche e culturali.

È stato quindi per noi naturale pensare alla Fondazione Cariparma, alla quale ci accomuna inoltre la medesima origine essendo entrambe le Fondazioni nate dalla Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, oggi Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia. Mi auguro quindi che possa nascere una proficua collaborazione per progetti ed eventi condivisi a servizio delle nostre comunità.»

“L’alleanza tra la Fondazione di Piacenza e Vigevano e la Fondazione Cariparma rappresenta un passo fondamentale per il nostro istituto, che ha sempre avuto un legame virtuoso con i territori in cui è presente. Stiamo dando un contributo importante alle imprese, alle famiglie e ai numerosi colleghi che lavorano presso la banca. Stiamo realizzando investimenti importanti e sosteniamo progetti che creano valore sostenibile nel tempo” ha aggiunto Ariberto Fassati, Presidente del Gruppo Bancario Crèdit Agricole Italia.

“La chiave del successo di un grande gruppo internazionale come Crèdit Agricole è dovuto alla presenza di azionisti stabili e con un orizzonte di lungo periodo. Questa nuova alleanza rappresenta per noi un segnale importante di attenzione. Il legame con il territorio è scritto nel nostro Dna e nel nostro agire quotidiano, perché siamo globali ma al tempo stesso manteniamo le nostre radici” ha dichiarato il Responsabile di Crèdit Agricole in Italia Giampiero Maioli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.