Fondo non autosufficienza, ok al riparto in conferenza socio sanitaria

Fondo non autosufficienza, ok al riparto tra i distretti di Piacenza da parte della conferenza socio sanitaria.

Il via libera arriva in Provincia dopo la mini – maratona istituzionale che si è aperta con la presentazione e votazione del bilancio dell’ente, da parte dell’assemblea dei sindaci.

A presentare il documento la presidente della conferenza socio sanitaria Patrizia Calza e Costanza Ceda, direttore attività socio sanitarie dell’Ausl di Piacenza.

Il fondo per la non autosufficienza si compone del contributo deliberato dalla Regione Emilia Romagna (pari a 29.645.696 euro) e di una parte assegnata dal fondo nazionale (2.350.925 stima provvisoria, essendo ancora in attesa di conferma), entrambi calcolati in base alla popolazione ultra 75enne.

La proposta di suddivisione dell’importo complessivo è quindi di 8.289.519 per il distretto di Ponente, 11.434.542 per il distretto di Levante e 11.817.251 per il distretto di Piacenza.

Non sono mancate critiche, come era già avvenuto durante la conferenza socio sanitaria del maggio scorso, ai criteri adottati per la ripartizione dei fondi, che non terrebbero conto, sottolineano sia Romeo Gandolfi (Fiorenzuola) che Giuseppe Sidoli (Vernasca) delle fragilità dei territori piacentini, ad esempio la montagna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.