PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fratelli d’Italia alla giunta: “Moratoria definitiva sull’Irpef”

FRATELLI d’ITALIA: “REVOCARE L’AUMENTO DELL’ADDIZIONALE IRPEF” – La nota stampa

“Salutiamo positivamente l’indicazione – che tale è, competendo al consiglio comunale la decisione – della Giunta comunale di sospendere l’aumento dell’addizionale Irpef per il 2019.

Tuttavia, come sostenuto anche dall’assessore Opizzi, Fratelli d’Italia chiede che non si tratti di una moratoria per un anno ma di una scelta definitiva, con conseguente revoca dell’aumento a suo tempo deliberato dall’amministrazione Dosi.”, lo sostengono in una nota i consiglieri comunali Foti, Migli, Bertolini e Domeneghetti.

“E’ una proposta la nostra che si fonda su ragioni sia di metodo che di merito. Quanto al primo – continua la nota – non è pensabile che ogni anno, e solo per quell’anno, il consiglio comunale sia chiamato a modificare il regolamento di applicazione dell’addizionale. Quanto al merito va detto che solo assegnando alle varie branche della macchina comunale minori risorse, i dirigenti preposti si vedranno costretti ad attuare una rimodulazione effettiva e non fittizia delle spese”.

“D’altra parte – affermano i consiglieri di Fratelli d’Italia – è stato proprio l’assessore al bilancio a rappresentarci che per il 2019 vi erano ulteriori richieste di spesa da parte delle direzioni del Comune per oltre 5 milioni di euro, il che la dice lunga sul fatto che, credendo di contare su maggiori risorse rispetto all’anno precedente, sia da subito partito il festival della spesa”.

“Per altro – aggiungono Foti, Bertolini, Domeneghetti e Migli – non ci saremmo opposti se l’indicazione della Giunta fosse stata di segno opposto, preceduta da una drastica riduzione della spesa complessiva e purché l’utilizzo delle eccedenti risorse venisse riservato ad azzerare il degrado in cui la città versa, oltre che per rendere meno opprimente la pressione fiscale sugli immobili.

Così non è stato, ma proprio perché siamo coerenti, di possibili aumenti dell’addizionale Irperf non ne vogliamo sentire più parlare”.

“Non solo: chiediamo anche che le entrate degli oneri di urbanizzazione, pesantemente ridottesi rispetto agli anni scorsi, siano prevalentemente utilizzate per finanziare le spese relative a nuove opere – ammoniscono i consiglieri di Fratelli d’Italia – anziché per finanziarie un effimero di cui non si avverte la necessità, ma che abbonda in alcuni provvedimenti dirigenziali.”

“Se poi, come è auspicabile, nella legge di bilancio verranno dal parlamento maggiori risorse economiche ai Comuni rispetto al passato – concludono Foti, Migli, Bertolini e Domeneghetti – allora ed a maggiore ragione si potrà attivare una virtuosa politica d’investimenti, non certo realizzabile con impossibili alienazioni immobiliari oggi previste solo per far tornare i conti, ed una contestuale riduzione della pressione fiscale complessiva, in perfetta linea con il programma elettorale del centrodestra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.