Inaugurazione anno accademico Nicolini, Tondo dirige l’Orchestra del Conservatorio

Sulle note di Bottesini, Krommer, von Weber e Bizet si aprirà l’anno accademico 2018/2019 del Conservatorio Nicolini di Piacenza: il tradizionale concerto di inaugurazione, in programma sabato 22 dicembre alle ore 17.30 nel rinnovato Auditorium, vedrà protagonista l’Orchestra del Conservatorio Nicolini diretta dal M° Domenico Tondo.

Il concerto sarà gratuitamente aperto al pubblico e si aprirà con i saluti della presidente Paola Pedrazzini e del direttore M° Lorenzo Missaglia; in programma, repertorio ottocentesco all’insegna del Romanticismo, con brani del “Paganini del contrabbasso” Giovanni Bottesini (1821-1889), ma anche di Franz Krommer (1759-1831), compositore ceco, Carl Maria von Weber (1786-1826) e Georges Bizet (1838-1875), di cui verranno proposte partiture di grande capacità evocativa.

Nel dettaglio, il concerto si aprirà con Elegia e Tarantella per contrabbasso e orchestra di Bottesini (sul palco Dante Fabbri, contrabbasso, e Marco Decimo, concertatore), per proseguire con il I tempo dal Concerto n. 1 in Mi bemolle maggiore per due clarinetti op. 35 di Krommer (Emilia Mulas e Miljan Minic, clarinetti); a seguire, Andante e rondò ongarese per viola e orchestra op. 35 di von Weber (Yanina Prakudovich, viola) e L’Arlésienne, suite n. 1 per orchestra, di Bizet.

All’inaugurazione dell’Anno Accademico sarà presente A.P.L. Associazione Piacentina Leucemie e Linfomi, per una raccolta fondi destinata a progetti dell’organizzazione che si occupa di promuovere la cultura onco-ematologica a Piacenza e dell’acquisto di strumentazione per l’assistenza e la cura ospedaliere.

“L’inaugurazione dell’anno accademico – spiegano Pedrazzini e Missaglia – è programmata nel cuore del periodo natalizio, anche se le attività didattiche e artistiche sono già iniziate, come ben sanno gli studenti e i tanti frequentatori delle nostre ‘Matinées’, perché abbiamo voluto aspettare che la ristrutturazione del Salone fosse completa e gli ultimi ‘ritocchi’ sono stati realizzati proprio in questi giorni”.

Il 22 dicembre il Conservatorio si presenterà infatti alla città nella sua Sala dei Concerti rinnovata: un palco più grande per disporre più comodamente l’orchestra, un impianto luci per riprese in alta definizione, nuove sedute e una cabina di regia in galleria dotata di tecnologia sofisticata di ripresa audio e video.

“Sarà una festa – aggiungono – in cui augureremo ai nostri studenti, alle loro famiglie e a tutti gli amici del Nicolini, un buon Natale e soprattutto un anno accademico ricco di stimoli; sarà inoltre l’occasione per presentare la prossima, intensissima attività del Conservatorio, sia didattica che artistica, in cui ai grandi nomi dei docenti si aggiungeranno quelli dei prestigiosi musicisti invitati nelle tanti appuntamenti proposti gratuitamente alla città da un Conservatorio sempre più inserito nel tessuto sociale cittadino”.

“Il nostro ringraziamento va a insegnanti e studenti che hanno collaborato alla progettazione e alla realizzazione delle iniziative, al personale del Nicolini, al consiglio accademico, al cda e alle istituzioni piacentine che ci sostengono e affiancano”.

“Il Nicolini è vicino alla cittadinanza e ai cuori dei piacentini e allo stesso tempo – a giudicare dalla provenienza di tanti nostri studenti – è conosciuto anche in Paesi lontani come Cina, Giappone, Corea del Sud… Una conferma del resto, del potere universale del linguaggio musicale come espressione dell’animo umano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.