PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inquinamento dell’aria, il vento regala una tregua al Piacentino previsioni

Inquinamento dell’aria, il vento regala una tregua a Piacenza e provincia. Dopo sette giorni di sforamento consecutivo dei valori limite di Pm10 (il 6 dicembre la centralina di Parco Montecucco ha rilevato un valore di 74 microgrammi per metro cubo, dato più alto di tutta la Regione) il cambiamento delle condizioni metereologiche allenta la cappa cittadina.

I DATI PM10 DEGLI ULTIMI GIORNI

La mattinata di sabato 8 dicembre si è aperta con un clima sereno e ventoso che ha contribuito ad abbassare notevolmente il tasso di umidità, tanto da modificare completamente il panorama, che fino alla giornata di venerdì 7 dicembre si presentava come nella foto sottostante, scattata ieri nella Bassa Piacentina.

nebbia

Un  paesaggio opposto a quello scoperto questa mattina dai piacentini, con un cielo così terso da rendere visibili le Prealpi anche dalla provincia e nella città (nella foto).

Le Alpi viste da Piacenza

Una condizione che dovrebbe caratterizzare tutto il week end; il sole dovrebbe permanere anche in avvio della prossima settimana, accompagnato da un graduale aumento dell’umidità e dall’assenza di precipitazioni, che potrebbero però ricondurre a breve a una nuova emergenza smog. Le temperature massime e minime previste si assesteranno attorno ai 14 e i 2 gradi .

Ricordiamo che a causa della persistenza di condizioni con un elevato livello di inquinanti nell’aria, i divieti in vigore da martedì scorso sono stati prorogati fino al 10 dicembre

Le misure emergenziali – Le misure emergenziali previste a livello regionale prevedono l’estensione dei limiti alla circolazione anche ai veicoli Diesel Euro 4 (nelle aree delimitate dai Comuni). I limiti alla circolazione nei centri urbani per i veicoli più inquinanti restano validi, inoltre, tutti i giorni – compresi il sabato e la domenica – dalle 8,30 alle 18,30.

Sono inoltre previste ulteriori misure:

– divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva inferiore a 4 stelle

– abbassamento del riscaldamento fino ad un massimo di 19°C nelle abitazioni e 17°C nei luoghi che ospitano attività produttive e artigianali

– divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc…)

– divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli

–  potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sulle altre misure

– divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tenciche ecosostenibili

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.