PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’attrice piacentina Chiara Bersani finalista al premio Ubu

L’attrice piacentina Chiara Bersani è tra i finalisti dei premi Ubu, il più importante riconoscimento in ambito teatrale in Italia.

Chiara Bersani, classe 1984, è stata nominata nella categoria attrici under 35, grazie allo spettacolo “Gentle Unicorn“, scritto e diretto dalla stessa artista (la sua biografia).

Le premiazioni si terranno il 7 gennaio 2019.

Chiara Bersani si racconta a Freeda

L’INTERVISTA

Come hai saputo della tua candidatura agli Ubu?

“L’ho saputo dalla radio, ero a casa con i miei familiari e il mio compagno e stavamo ascoltando una trasmissione dedicata al teatro, perché ero curiosa di sapere se fossero stati candidati alcuni miei amici che avevano ottenuto ottime recensioni con i loro spettacoli. Invece è stato fatto il mio nome! Ci siamo messi tutti a ridere, è stata una bella sorpresa”.

Come ti sei avvicinata al mondo del teatro?

“Vivendo vicina a Piacenza, ho avuto la fortuna di assistere fin da bambina agli spettacoli di Teatro Gioco Vita, soprattutto quelli d’ombra. Poi, essendo figlia di due insegnanti, l’attenzione per le proposte di carattere culturale è sempre stata molto alta!”.

“Quando ho percepito il teatro come possibilità di lavoro? Dopo le superiori mi sono trasferita a Parma per frequentare l’università e ho deciso di partecipare a un corso di teatro, più che altro per integrarmi nella città. Da lì è nato un interesse e una passione, che si sono tradotti poi nelle prime proposte di lavoro”.

“E’ difficile inserire la mia attività artistica in una categoria, come si tende a fare in Italia, dove si tende a dare definizioni, piuttosto che essere considerati performer. Proprio per questo ero sicura che non sarei mai stata candidata agli Ubu. Certo, nasco come attrice contemporanea, ma lavoro anche come drammaturga, molta della mia attività è basata sul corpo…Di sicuro sono under 35!”.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

“Con Gentle Unicorn, spettacolo uscito lo scorso luglio, sono stata selezionata dalla rete europea Aerowaves, dedicata alla danza (e ai coreografi più innovativi, ndr), classificandomi settima su 19 artisti. Lo spettacolo quindi andrà in tournée in Europa e in Italia. Punto poi a avviare nuove collaborazioni con altri artisti, per nuovi progetti”.

Il Premio Ubu  è stato fondato nel 1978 da Franco Quadri. Il premio è frutto di un referendum che concerne tutti gli spettacoli prodotti e presentati in prima nazionale in Italia nel corso di una stagione teatrale, il cui periodo è attualmente definito tra il 1° settembre dell’anno precedente al 31 agosto dell’anno in corso (in riferimento all’anno in cui si svolgono le votazioni dei Premi).

Viene compilato annualmente un database che raccoglie tutte le produzioni cui i referendari possono riferirsi per le proprie votazioni.

Partecipano alla votazione più di sessanta referendari tra critici, studiosi ed esperti italiani, per esprimere le proprie preferenze in merito alle seguenti 15 categorie:

1. Spettacolo dell’anno
2. Migliore spettacolo di danza
3. Miglior curatrice o curatore, organizzatrice o organizzatore
4. Migliore regia
5. Migliore allestimento scenico (scene, costumi, luci, video, multimedia)
6. Migliore progetto sonoro o musiche originali
7. Miglior attore o performer
8. Miglior attrice o performer
9. Miglior attore o performer under 35
10. Miglior attrice o performer under 35
11. Migliore testo o nuovo progetto drammaturgico
12. Migliore testo o nuovo progetto drammaturgico straniero
13. Premi speciali (sono ammessi tre tipi diversi di indicazioni per differenti categorie che contemplino figure, opere o situazioni non previste nell’elenco, come traduzioni, pubblicazioni, fenomeni di rilievo, realtà nascoste, personalità o iniziative particolari, eccetera):
14. Miglior spettacolo straniero presentato in Italia
15. Premio alla carriera

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.