Vercelli sbanca il Garilli e aggancia il Piace in vetta (0-1) VIDEO COMMENTO foto

Più informazioni su

La Pro Vercelli sbanca il Garilli con una rete nel finale e aggancia il Piacenza in vetta alla classifica.

Ko pesante per i biancorossi, che cadono per la seconda volta in casa nel giro di pochi giorni: la squadra di Franzini può recriminare sulla traversa di Corradi, ma per il resto non è praticamente mai riuscita a rendersi pericolosa all’interno di una gara rimasta comunque in equilibrio.

Il COMMENTO di Luigi Carini – Anche rivista a bocce ferme la sconfitta con la Pro Vercelli fa davvero male, ma, in fondo, non è così sorprendente ed in parte poteva essere prevedibile. Anche la quarta sconfitta casalinga (su 5) è in parte spiegabile con la costruzione tattica della squadra di Franzini, molto ben organizzata per il gioco di rimessa dove gli esterni hanno un’importanza fondamentale.

Questo tipo di gioco si sposa felicemente nelle gare in trasferta quando, normalmente, sono le squadre di casa a dover fare il risultato e quindi ad avere atteggiamenti offensivi. Il contrario si verifica nelle gare casalinghe con le avversarie che normalmente non concedono spazi, aspettando l’occasione per colpire preferibilmente in contropiede. Sei gol su sette incassati nelle quattro partite perse in casa sono maturate in questo modo.

Seconda considerazione. Le vittorie e le sconfitte non dipendono mai da un singolo giocatore, ma ci sono giocatori che per il loro ruolo tattico, sono più importanti di altri; Sestu è uno di questi e la sua assenza nelle ultime due partite si è fatta particolarmente sentire.

Terza considerazione. La Pro Vercelli non è uno squadrone, ma è certamente un ottimo organico con interessante individualità e con un impianto di gioco solido e collaudato. Si era attrezzata per fare la serie B, invece, per le noti vicende federali, si trova in serie C. Contro un tale avversario si può anche perdere, specie se la sorte non ti è vicina in alcune circostanze.

Infine altre due considerazioni. Da qualche tempo la squadra accusa una certa stanchezza. Talvolta i ragazzi la mascherano con la loro generosità agonistica, che li porta a dare anche di più di quello che hanno, ma la lucidità spesso tradisce le loro intenzioni e commettono troppi errori di misura. In questo modo è difficile segnare e si rischia di pagare a caro prezzo (come è avvenuto recentemente) gli errori difensivi.

Infine resta il problema dell’attaccante. Da Pesenti ci si aspettava di più, da Fedato ci si attendeva una crescita che è tardata ad avvenire, da Romero non si può pretendere di più ma non è bomber da area; e allora sia benedetta questa sosta, che dovrà permettere di ricaricare le pile e qualche operazione di mercato. Ottenuti questi due obiettivi il Piacenza di Franzini potrà riprendere la marcia spedita dell’alta classifica.

I tifosi, dal canto loro, non devono avere eccessive pretese. La società dei fratelli Gatti ha sempre operato bene e continuerà a farlo. Franzini sa fare ottimamente il suo mestiere e i ragazzi sono eccezionalmente seri ed impegnati a dare il meglio. La concorrenza però quest’anno è particolarmente agguerrita ed ambiziosa e le potenzialità del Piacenza non sono ancora da leader del campionato. Dai tifosi potrebbero arrivare quell’aiuto e quel valore aggiunto, spesso alla base delle imprese.

LA PARTITA – Il tecnico di Vernasca sceglie Corradi dall’inizio, niente da fare per Sestu che non va nemmeno in panchina; i piemontesi schierano in avanti il tridente composto da Morra, Azzi e Gatto.

Prima frazione equilibrata, con un’occasione importante per parte: la più ghiotta capita al 24’ a Corradi, la cui conclusione è respinta in qualche modo sulla traversa da Nobile. La risposta degli ospiti è affidata al colpo di testa di Morra, che al 36’ stacca in area anticipando i difensori biancorossi ma spedisce a lato; un minuto dopo la conclusione di Azzi da buona posizione trova attento Fumagalli.

Parte meglio la Pro Vercelli ad inizio ripresa, e una bella incursione di Germano costringe dopo pochi secondi Pergreffi al fallo al limite dell’area: sulla successiva punizione la botta di Azzi finisce alta. Il Piacenza però tiene botta e non rinuncia a farsi vedere in avanti, anche se di fatto Nobile non sarà mai chiamato in causa.

Franzini a 20’ dalla fine prova a inserire Romero, ma la musica non cambia, anzi. La beffa per i biancorossi arriva infatti a nove minuti dal termine: Morra, servito da Azzi, si gira in area e batte Fumagalli. Sarà il gol vittoria.

Nel Piacenza entrano anche Fedato, Porcari e, nel finale, Sylla, ma è Gatto a fallire da due passi la rete del raddoppio. A nulla vale l’assalto finale.

La sosta in arrivo pare essere provvidenziale per il Piacenza, che sembra avere bisogno di ricaricare le batterie in vista della seconda parte di stagione: alla ripresa, il 20 gennaio, i biancorossi saranno di scena a Pontedera.

LA SINTESI da Sportube.tv

PIACENZA – PRO VERCELLI 0-1

Piacenza: Fumagalli, Pergreffi, Silva, Nicco (27’ st. Romero), Pesenti, Corradi (40’ st. Fedato), Della Latta, Di Molfetta, Marotta (40’ st. Porcari), Troiani (43’ st. Sylla), Barlocco. All. Franzini.

Pro Vercelli: Nobile, Berra, Milesi, Tedeschi, Mammarella, Azzi (41’ st. Crescenzi), Bellemo, Sangiorgi, M. Gatto (28’ st. L. Gatto), Germano (28’ st. Schiavon), Morra. All. Grieco.

Arbitro: Sig. Robilotta di Sala Consilina

Reti: st. 37’ Morra

Note: ammoniti Silva, Bellemo, Pergreffi, Dalla Latta e L.Gatto.

Recupero: 0 + 3’.

Spettatori: 2333 per un incasso di 8711 euro.

LA CRONACA

93′ – Fallisce l’ultimo assalto dei biancorossi, finale al Garilli: Piacenza – Pro Vercelli 0-1

90′ – Tre minuti di recupero

88′ – Dentro anche Sylla nel Piacenza, out Troiani

87′ – Occasionissima per Gatto che servito da Morra nell’area piccola calcia alto da ottima posizione

86′ – Giallo per Gatto (Pro Vercelli) che allontana il pallone

86′ – Girandola di cambi: nel Piacenza dentro Fedato e Porcari per Corradi e Marotta, nella Pro Vercelli esce Azzi sostituito da Crescenzi

81′ – Pro Vercelli in vantaggio: è Morra a girarsi in area e a battere Fumagalli per il vantaggio dei suoi

74′ – Doppio cambio anche nella Pro Vercelli: fuori Germano e Massimiliano Gatto, dentro Leonardo Gatto e Schiavon

72′ – Primo cambio nel Piacenza: Romero prende il posto di Nicco

64′ – Buona giocata di Corradi che si porta avanti il pallone e va al tiro da fuori area, ma la sua conclusione è sballata

62′ – Mammarella su punizione da buona posizione: palla altissima

57′ – Giallo anche per Della Latta

47′ – Gatto sulla punizione, conclusione molto violenta che finisce alta

46′ – Bella incursione di Germano, steso da Pergreffi al limite dell’area. Giallo per il biancorosso

Via alla ripresa al Garilli

45′ – Finisce senza recupero il primo tempo al Garilli: 0-0 tra Piacenza e Pro Vercelli

43′ – Di Molfetta di testa su calcio d’angolo: pallone fuori

38′ – Ancora Pro Vercelli in avanti: Azzi va alla conclusione da buona posizione: Fumagalli blocca a terra

36′ – Occasione Pro Vercelli: Morra trova lo stacco di testa in area, palla a lato di poco

35′ – Piacenza in avanti, Pesenti anticipato in area

26′ – Ripartenza della Pro Vercelli, Morra al tiro: para facile Fumagalli

24′ – Occasione Piacenza: conclusione di Corradi, Nobile si oppone in qualche modo e il pallone finisce sulla parte alta della traversa

23′ – Bella azione personale di Di Molfetta in area, il suo cross è allontanato dalla difesa

18′ – Mammarella ci prova dalla distanza, nessun problema per Fumagalli

17′ – Primo giallo anche per il Piacenza: è Silva a finire sul taccuino del direttore di gara

12′ – Va al tiro Morra, conclusione debole che si spegne sul fondo

9′ – Primo giallo della gara per Bellemo (Pro Vercelli) per un fallo a metà campo

3′ – Prima conclusione della gara con Di Molfetta, para senza problemi Nobile

1′ – Calcio d’inizio al Garilli, primo pallone per gli ospiti

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.