In quanto tempo si ripaga una laurea? A Piacenza servono oltre 27 anni di lavoro

Più informazioni su

In quanti anni di lavoro si ripaga una laurea? E’ la domanda alla quale risponde un’indagine pubblicata da “Il Sole 24 Ore”.

“Francesco e Lorenzo, – lo scenario immaginato nell’articolo a firma di Andrea Gianotti pubblicato nella sezione Infodata – sono due compagni di banco che al termine del percorso di studi superiori decidono di intraprendere strade diverse. Il primo sceglie di lavorare subito, mentre il secondo preferisce iscriversi ad un corso di laurea e quindi sarà occupato con tre anni di ritardo”.

“Posto che un diploma universitario permetterà a Lorenzo di avere uno stipendio migliore, quanto tempo dovrà passare prima che il suo reddito complessivo raggiunga quello di Francesco?”.

Se la media italiana – calcolata prendendo in considerazione i dati Istat relativi agli stipendi orari lordi dei lavoratori dipendenti nel 2016 e considerato “un soggetto impiegato a tempo pieno, che sia perciò occupato 8 ore al giorno per 220 giorni all’anno” – è di circa 15 anni (pari, specifica il quotidiano, a 27mila ore di lavoro) a Piacenza serviranno 27 anni e 5 mesi di lavoro al laureato per recuperare il gap con l’amico che ha iniziato subito un’attività lavorativa, con il pareggio che arriva all’età di 49 anni.

Stanno meglio i nostri vicini di Parma (16 anni e 2 mesi), mentre in Regione il dato più alto arriva da Rimini (50 anni e 2 mesi), davanti a Ferrara (40 anni e 6 mesi).

LA TABELLA INTERATTIVA

Guardando ai dati nazionali, se a Milano e Roma bastano meno di dieci anni per colmare la distanza sui guadagni, dall’altra parte di questa particolare classifica troviamo Viterbo, dove al laureato servirebbero 77 anni di lavoro per pareggiare, seguito da Imperia (65) e Campobasso (56).

“Il calcolo – specifica il Sole 24 Ore – è effettuato partendo dal differenziale di stipendio il quale è sempre a favore del laureato (la media nazionale è di 2.27€ lordi all’ora); questo valore è in molte province è talmente stretto che non sarebbero appunto sufficienti decenni di lavoro per recuperare i soli tre anni di studio universitario”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.