PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Recupero immobili storici, 140mila dalla Regione per il castello di Calendasco

Bologna – Nuovo look per palazzi ed edifici storici di enti pubblici e privati ma anche investimenti per attrezzature tecnologiche, per l’innovazione e iniziative culturali.

Dalla Regione previsti investimenti per 4 milioni 134 mila euro dal 2019 al 2021, nell’ambito della legge regionale n. 40, per la valorizzazione delle espressioni storiche, artistiche e culturali dell’Emilia-Romagna.

Su 68 progetti presentati, 18 sono stati ammessi a contributo. Tra i finanziati: 4 in provincia di Bologna, 3 a Modena, 3 a Parma, 2 a Ravenna, 2 a Ferrara e 1 a Rimini, Forlì-Cesena, Reggio Emilia e a Piacenza. Potevano presentare progetti solo i Comuni fino a 20.000 abitanti (in quanto con minori disponibilità economiche o con maggiori difficoltà finanziarie).

In particolare in provincia di Piacenza sarà finanziato il progetto di rigenerazione urbana del castello di Calendasco con oltre 140 mila euro (su una spesa ammissibile di 201 mila), finalizzato al recupero del centro civico ed assistenza ai pellegrini.

I soggetti ammessi a contributo verranno finanziati con 2 milioni e 803 mila euro nel triennio 2018-2020 (400 mila nel 2018, 403 mila nel 2019 e 2 milioni di euro nel 2020), rimandando la concessione e l’impegno di 246 mila euro per gli interventi che verranno realizzati da privati nell’anno 2019 e di circa 1,1 milioni da realizzarsi nel 2021 con atti successivi.

“Con questi interventi – afferma l’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti – diamo valore al nostro patrimonio storico ripristinando da un lato la sicurezza degli edifici e dall’altro bellezza artistica originaria, oltre a portare innovazione con l’utilizzo di nuove tecnologie, a supporto di servizi o iniziative”.

“In alcuni casi si tratta di mettere a disposizione delle comunità edifici storici, oltre a ospitare attività e iniziative culturali. L’obiettivo è salvaguardare e valorizzare il patrimonio, rendendo l’Emilia-Romagna sempre più attrattiva anche per un turismo culturale”. /CL

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.