Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Cinema

Dall’idea al set: aperte le iscrizioni al corso di alta formazione cinematografica foto

Dall’idea al set: si rinnova la collaborazione tra Fondazione Fare Cinema di Marco Bellocchio e Ecipar Cna, con un nuovo corso di formazione destinato a futuri protagonisti del cinema italiano.

La novità è stata presentata da Paola Pedrazzini, della Fondazione Fare Cinema, Marco Salvatori presidente Ecipar, Enrica Gambazza, direttore Cna e Giovanni Rivaroli presidente Cna Piacenza.

Il corso vedrà la direzione artistica e didattica di Giorgio Diritti, tra i docenti figurano Fredo Valla e Marco Pettenello, insieme ad altri protagonisti del settore.

In tutto 600 ore, di lezione e di project work, da febbraio a dicembre 2019, per 12 partecipanti, che dovranno essere residenti o domiciliate in Regione e avere esperienze pregresse nel settore.

Il corso, grazie ai fondi messi a disposizione da UE e Regione Emilia Romagna, sarà a titolo gratuito e si terrà a Bobbio, importante partner del progetto.

Le iscrizioni resteranno aperte fino al 27 gennaio, per maggiori informazioni cinema@eciparpc.it e info@fondazionefarecinema.it

IL COMUNICATO STAMPALa conferenza stampa del primo corso annuale di Alta Formazione di Sceneggiatura e regia cinematografica “Dalla scrittura al set”, progettato dalla Fondazione Fare Cinema presieduta da Marco Bellocchio e attuato da Ecipar Piacenza. è stata presentata questa mattina nella sede di Cna.

Presenti Enrica Gambazza (Direttrice Cna Piacenza), Paola Pedrazzini (Direttrice Fondazione Fare Cinema), Marco Salavatori e Giovanni Rivaroli (Presidenti rispettivamente di Ecipar e Cna Piacenza), il sindaco di Bobbio Roberto Pasquali, trattenuto da un impegno nel suo comune, non è riuscito a intervenire. Fiore all’occhiello del corso (oltre all’originalità del format e all’autorevolezza in ambito di alta formazione cinematografica della Fondazione Fare Cinema presieduta da Marco Bellocchio) è senz’altro la direzione didattica del nuovo corso affidata a Giorgio Diritti.

Corso di alta formazione regia e scrittura cinematografica

Regista, sceneggiatore e montatore bolognese, Giorgio Diritti è infatti uno degli artisti più interessanti della sua generazione; si è formato con Pupi Avati e Federico Fellini e lega il suo nome a tre film pluripremiati: «Il Vento fa il suo giro» (5 candidature ai David di Donatello e 4 ai Nastri D’argento), «L’uomo che verrà» (Gran Premio della Giuria Marc’Aurelio D’argento, Marc’Aurelio D’oro del Pubblico, Premio “La Meglio Gioventù”. 3 David di Donatello, 3 Nastri d’Argento) e «Un giorno devi andare».

Giorgio Diritti

Il corso si terrà a Bobbio da febbraio a dicembre 2019 (in totale sono 600 ore non consecutive, di cui 360 ore di aula) e concentrerà la propria mission formativa intorno alla figura dello Sceneggiatore-Regista.

Nella tradizione cinematografica europea esiste infatti una figura complessa e articolata, quella dell’Autore cinematografico, che racchiude in sé tutte le figure creative e tecniche legate all’ideazione di un film.

L’Autore cinematografico ovvero il regista-sceneggiatore si esprime nel soggetto (dallo sviluppo di un’idea alla sua scrittura), nell’elaborazione della sceneggiatura e nella sua realizzazione vera e propria attraverso il lavoro registico, dirigendo e controllando tutti gli aspetti artistici e creativi e partecipando anche alle scelte produttive e organizzative.

Il corso prevede la realizzazione di un cortometraggio diretto da Giorgio Diritti e fornisce ai partecipanti la straordinaria occasione di seguire e partecipare direttamente a scrittura, preparazione e riprese di un piccolo film, acquisendo conoscenze e competenze cinematografiche “sul campo”.

Il percorso formativo è nello specifico articolato in quattro moduli:

1. Ideazione e scrittura: dall’idea alla sceneggiatura – La sceneggiatura è alla base di ogni grande film. Il corso inizia da qui per condurre gli studenti nell’apprendimento teorico e pratico dell’elaborazione e della stesura del soggetto, della scaletta, del trattamento e della sceneggiatura sia a livello di forma che di contenuti che di struttura (scene, personaggi, unità di tempo e spazio, azione, descrizioni, dialoghi…).

2. Pre-produzione – Una volta pronta la sceneggiatura il corso procede conducendo gli studenti nell’apprendimento teorico e pratico dell’analisi tecnica (lo spoglio) della sceneggiatura e nell’apprendimento di tutta la fase di pre-produzione di un’opera audiovisiva: individuazione delle location, casting, calendario di lavoro, dinamiche organizzative di un set cinematografico.

3. Riprese: dalla scrittura al set – Il corso procede conducendo gli studenti nell’apprendimento teorico e pratico della delicata fase delle riprese cinematografiche. I futuri registi dovranno infatti imparare a conoscere le inquadrature, i movimenti della macchina da presa, le modalità di lavoro con gli attori, le relazioni con i reparti (fotografia, costumi, scenografia, elettricisti e macchinisti, produzione), la troupe, le dinamiche del set.

4. Visione materiale girato e confronto con montatore – Visione materiale girato e confronto con montatore. Nell’ultima fase del corso gli studenti vengono guidati nella supervisione al montaggio: un regista moderno deve saper valutare tecnicamente e artisticamente l’esito del girato in fase intermedia e sapersi confrontare con la figura del montatore.

Docenti del corso saranno, oltre a Giorgio Diritti, Fredo Valla (sceneggiatore dei film di Diritti “Un giorno devi andare” e “Il vento fa il suo giro”, quest’ultimo 1° Premio sceneggiature al Filmfestival di Trento, si è formato con Ermanno Olmi e ha un’esperienza che spazia dai documentari alle video installazioni), Marco Pettenello (sceneggiatore pluripremiato – tra i tanti riconoscimenti il Premio Solinas, Premio Suso Cecchi d’Amico, Premio Tonino Guerra – è cresciuto professionalmente con Mazzacurati, con cui ha scritto La giusta distanza, La passione, La sedia della felicità; ha lavorato con Andrea Segre e Silvio Soldini) e altri professionisti del settore cinematografico (direttore della fotografia, scenografo, costumista, produttore) in via di definizione.
Il corso, co-finanziato dal Fondo sociale europeo, è gratuito e prevede il rilascio di un attestato di frequenza.

Il corso è a numero chiuso. Sono previsti 12 partecipanti (nel caso di domande superiori ai posti disponibili è prevista una prova di selezione).

Iscrizione – Chi desidera iscriversi deve inviare la scheda d’iscrizione (corredata degli allegati richiesti) all’indirizzo mail: cinema@eciparpc.it entro e non oltre il 27/01/2019. La scheda d’iscrizione può essere scaricata dai siti: www.eciparpc.it www.bobbiofilmfestival.it www.fondazionefarecinema.it

Info – Per informazioni amministrative e tecniche sulle modalità d’iscrizione e sulla didattica del corso: cinema@eciparpc.it. Per informazioni di carattere artistico, cinematografico e didattico: info@fondazionefarecinema.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.