Ai domiciliari, viene trovato in compagnia di una ragazza e finisce in carcere

Ai domiciliari per spaccio viene sorpreso in compagnia di una ragazza, tra l’altro coinvolta nella stessa inchiesta che aveva portato al suo arresto, e finisce in carcere.

Le manette sono scattate ai polsi di un 22enne di Castelsangiovanni, coinvolto nell’aprile scorso in una vasta operazione dei militari del NORM della Compagnia di Piacenza e accusato di spaccio continuato in concorso.

Per lui erano stati disposti gli arresti domiciliari e il divieto di comunicazione con persone diverse dai familiari conviventi. Nei giorni scorsi però i carabinieri, durante un controllo alla sua abitazione, hanno trovato il giovane in compagnia di una 20enne, coinvolta nella stessa attività che aveva portato all’arresto del giovane, che alla vista dei militari aveva cercato di nascondersi.

Episodio che ha portato il Giudice del Tribunale di Piacenza a sostituire la misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere. Il 22enne si è visto notificare l’ordinanza dai carabinieri di Castelsangiovanni ed è stato accompagnato al carcere delle Novate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.