Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Rotary

Al Rotary Cortemaggiore Pallavicino rivive il mito di Tazio Nuvolari foto

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

IL BLOG

AL ROTARY CORTEMAGGIORE PALLAVICINO RIVIVE IL MITO DI TAZIO NUVOLARI

La conviviale del Rotary Club Cortemaggiore Pallavicino del 17 gennaio scorso è stata l’occasione per una preziosa testimonianza di Service e per ricordare il mito di Tazio Nuvolari, rotariano e grande personaggio della storia sportiva d’Italia.

Il Presidente Stefano Rancan, dopo aver dato il via alla conviviale con gli onori alle bandiere e gli inni, ha salutato calorosamente gli ospiti della serata, fra cui Dante Valerio Ghisi, socio fondatore del RC Mantova Est Nuvolari e relatore della serata.

Prima di cedere la parola all’ospite, il Presidente ha ricordato alcuni dei prossimi appuntamenti del Club, fra cui l’importante Service per As.So.Fa. “Insieme si Può”, in forma di cena-evento.

La cena si svolgerà il prossimo 16 febbraio presso la sede di As.So.Fa. in Via Bay a Piacenza, e servirà a finanziare l’acquisto e l’allestimento di una struttura ludico-motoria (“Pallestra”) per l’attività dei ragazzi ospitati dal Centro. Tutti gli interessati possono aderire all’iniziativa contattando As.So.Fa. o il RC Cortemaggiore Pallavicino.

Il Presidente ha quindi ceduto la parola a Ghisi. Nell’estate scorsa, la statua del grande pilota automobilistico Tazio Nuvolari, situata nella natia Castel D’Ario in provincia di Mantova, è stata gravemente danneggiata da un forte evento atmosferico.

La statua, oggetto di incessante pellegrinaggio da parte di turisti e appassionati, è anche un simbolo per il Club Rotary che prende il nome dal funambolico “Mantovano Volante”.

Il Rotary Mantova Est Nuvolari, con in testa il Presidente Pierumberto Angeli, si è subito proposto al Sindaco di Castel D’Ario per raccogliere fondi per il restauro e il ricollocamento del busto.

L’appello, lanciato nell’universo degli appassionati, è stato raccolto dalla Scuderia Tazio Nuvolari Asia, che ha sede nella lontana isola di Hokkaido in Giappone, che con la collaborazione del Rotary Club Oji Tokyo è riuscita a raccogliere 200 mila yen (quasi 1.600 euro).

Il Presidente della Scuderia Tazio Nuvolari Asia, Kohsuke Wakatsuki, ha personalmente consegnato la somma al Rotary Club Nuvolari nella sede di Castel d’Ario, che insieme a quanto raccolto da più parti andrà a sostenere il restauro della statua.

I membri del Club mantovano sono stati invitati da Wakatsuki in Hokkaido per la prossima estate; Pierumberto Angeli e Dante Valerio Ghisi sono stati anche nominati membri onorari della Scuderia.

Ghisi ha proseguito la sua relazione descrivendo alcune epiche imprese del “Nivola”, fra cui la vittoria del Gran Premio di Jugoslavia a Belgrado nel 1939 di cui quest’anno ricorre l’80° anniversario. Infine, soffermandosi sulla profonda umanità del pilota mantovano, che mai si dava sconfitto di fronte a qualunque avversità (tra l’altro, gli morirono due figli), ha ricordato che Tazio era rotariano, come testimonia la tessera conservata al museo che ne tramanda i fasti.

La descrizione della figura di Tazio Nuvolari, delle sue imprese e delle prove che ha superato con spirito indomito, hanno destato interesse e partecipazione negli intervenuti; come è stato senz’altro d’ispirazione il racconto del coinvolgimento dei Club giapponesi per il restauro della statua del pilota. Partendo da “poco” e rimboccandosi le maniche, si è arrivati al molto, e molto lontano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.