Ambrosio vescovo di Piacenza: “Il Papa concede la proroga di almeno un anno”

GIANNI AMBROSIO VESCOVO DELLA DIOCESI DI PIACENZA E BOBBIO PER ALMENO UN ALTRO ANNO – LA COMUNICAZIONE DEL VICARIO GENERALE, MONSIGNOR LUIGI CHIESA

La nunziatura apostolica in Italia, nella persona del nunzio S.E. monsignor Emil Paul Tscherrig, ha comunicato ieri mattina, 9 gennaio, la decisione del Santo Padre Papa Francesco in merito alla rinuncia del governo pastorale, per raggiunti limiti di età, presentata da S.E. Monsignor Gianni Ambrosio in data 20 novembre: “Il Santo Padre, accetta la rinuncia ma concede la proroga di almeno un anno” all’incarico di pastore della nostra Chiesa diocesana.

“Tutta la comunità dei fedeli della nostra diocesi di Piacenza-Bobbio – prosegue la nota – è grata a Papa Francesco per la decisione assunta, segno di fiducia e di stima per il ministero del nostro vescovo. Invoca sul proprio Pastore abbondanti doni dello Spirito affinché continui il Suo appassionato servizio nel nome del Signore.

Maria Santissima, Madonna del Popolo; i santi patroni Antonino e Colombano, i beati Scalabrini e Leonella, accompagnino la nostra Chiesa nel cammino di comunione e missione”.

Ricordiamo che il vescovo Ambrosio aveva comunicato le sue dimissioni per i raggiunti limiti di età (ha compiuto 75 anni il 23 dicembre scorso) al Papa nelle settimane passate.

La soddisfazione del sindaco di Piacenza – Il Sindaco di Piacenza e Presidente della Provincia Patrizia Barbieri esprime tutta la propria soddisfazione a nome dell’intera comunità piacentina per la proroga a Vescovo di Piacenza di Mons. Gianni Ambrosio.

“Sono veramente contenta perchè potrà proseguire quella fattiva e preziosissima collaborazione che il nostro Vescovo ha sempre garantito alla nostra  città ed al nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.