PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castello scommette sulla mobilità elettrica: 7 nuove colonnine di carica

Il Comune di Castel San Giovanni ed Enel X in prima linea per lo sviluppo della mobilità urbana e sostenibile.

Sul territorio comunale arrivano sette nuove colonnine di ricarica per veicoli elettrici – che si aggiungono alle due (delle quali una FAST) già operative da qualche tempo – frutto del Protocollo sulla mobilità elettrica siglato tra il comune piacentino e l’Unità del Gruppo Enel, dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali.

L’accordo, che rientra all’interno del Protocollo, prevede in totale l’installazione di 20 colonnine di ricarica entro il 2022.

“Le nuove sette infrastrutture – spiega Enel – sono state installate in aree strategiche del territorio individuate dall’Amministrazione comunale: nello specifico due pole station nel parcheggio Amazon, altrettante nel polo logistico Sud, una nel parcheggio di via I Maggio, una nel parcheggio del Palazzetto dello Sport e l’ultima in via Commercio (uscita A21). L’attivazione è in corso e sarà completata entro il mese di febbraio.

“Vivibilità urbana e miglioramento della qualità ambientale – le parole del Sindaco Lucia Fontana – sono divenuti gli obiettivi più ambiziosi e più impegnativi delle Amministrazioni locali, grandi o piccole che siano, perchè interrogano gli Amministratori sulle più opportune e possibili azioni politiche da intraprendere quale risposta alla crescente domanda mondiale di sostenibilità ambientale”.

“Ecco allora che il sostegno che gli Enti locali possono dare alla diffusione della mobilità elettrica diventa strategico quale azione concreta di contrasto e di contenimento delle fonti inquinanti. Il potenziamento delle infrastrutture di ricarica sul nostro territorio comunale con più colonnine elettriche risponde quindi alla volontà della nostra amministrazione di impegnarsi nelle azioni di contrasto all’inquinamento ambientale”.

“Queste colonnine sono strategiche nel promuovere quanto più possibile l’utilizzo delle auto elettriche e rispondono ad una crescente domanda di infrastrutture che il cosiddetto “popolo dell’elettrico” richiede a sostegno della mobilità sostenibile. Ringraziamo Enel X per il suo impegno, per la sensibilità e per porsi come preziosa alleata dei Comuni in questa azione di contaminazione delle buoni prassi”.

“Enel X – ha dichiarato il responsabile mobilità elettrica Luigi Ottaiano – ha annunciato un Piano nazionale per la realizzazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, che vedrà la posa di circa 7mila infrastrutture di ricarica entro il 2020, corrispondenti a circa 14.000 punti di ricarica, per arrivare a 28mila punti di ricarica nel 2022, secondo un piano flessibile che moduleremo in funzione dell’evoluzione del mercato”.

“Questo programma prevede una copertura capillare in tutte le Regioni italiane e contribuirà alla crescita del numero dei veicoli elettrici e ibridi circolanti. In Emilia Romagna hanno aderito al protocollo circa 60 comuni, dei quali 9 in Provincia di Piacenza, per complessive 150 IdR già operative che nel 2018 hanno erogato oltre 180.000 kWh corrispondenti ad oltre 1 Milione di km percorsi ad emissioni locali zero”.

Ad oggi quasi 800 comuni hanno siglato un protocollo di intesa con Enel X per l’installazione di infrastrutture di ricarica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.