Croce Bianca, al via corsi per nuovi volontari nel ricordo di Alberto Casella foto

Sono oltre cento gli iscritti ai vari corsi gratuiti per diventare volontari della Croce Bianca. I partecipanti hanno preso parte alla serata di presentazione del 21 Gennaio all’auditorium “Giancarlo Carrara” nella sede di via Emilia Parmense a Piacenza.

Il consigliere Paolo Ruzza ha aperto l’incontro, insieme alle autorità che sono intervenute con un saluto augurale: il capo di Gabinetto della prefettura Patrizia Savarese, per la Questura l’Ispettore Paolo Ferri, il vicepresidente della Provincia Sergio Bursi e, per il Comune di Piacenza, l’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati.

Il responsabile area servizi operativi della Croce Bianca Paolo Rebecchi ha illustrato i percorsi formativi che possono essere intrapresi. Prima della sua esposizione non ha mancato di ricordare il volontario Alberto Casella, scomparso alcuni mesi fa dopo avere lottato contro una grave malattia: “Una figura fondamentale per la Croce Bianca” – ha detto dopo avere salutato la moglie e le figlie presenti in sala.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente Fabrizio Velieri per l’affluenza ai corsi: “Servono sempre nuovi iscritti – ha ricordato – per rispondere ai molteplici servizi che la Croce Bianca deve affrontare ogni giorno a servizio della città di Piacenza”.

Sono quindi stati presentati i singoli formatori che guideranno le lezioni e i vari percorsi di formazione, della durata compresa tra uno e tre mesi.

La maggior parte dei partecipanti – osservano dalla Croce Bianca – si è iscritta attraverso il sito dell’associazione, dopo l’opera di divulgazione portata avanti da numerosi volontari; allo stesso modo hanno contribuito le varie notizie sui corsi pubblicate mezzi di comunicazione della città.

Le iscrizioni resteranno aperte fino al prossimo 31 gennaio, con possibilità di recupero delle lezioni per chi deciderà di iscriversi dopo l’avvio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.