Festival della Cultura e della Libertà “Più educazione finanziaria” fotogallery

Cala il sipario sulla 3ª edizione del “Festival della Cultura della Libertà” a Piacenza.

Il patron della manifestazione, l’avvocato Corrado Sforza Fogliani ha ripercorso i tanti temi trattati nel corso della due giorni: “Si è parlato e dibattuto del funzionamento della giustizia italiana, di Europa e degli eurocrati” – ha commentato – “Europa, che nel corso del tempo si è fatta promotrice della globalizzazione.

Si è poi discusso inoltre delle dinamiche delle banche di territorio: istituiti di credito che riversano risorse nella zona dove sono collocate e prosperano in misura direttamente proporzionale alla comunità dove operano. I grossi colossi bancari invece hanno modo di investire nelle zone più diverse”.

Altro tema al centro del festival il ruolo e il futuro degli Stati nazionali: “Stati che non sanno più reggersi e che vanno avanti con smisurate imposizioni fiscali” – ha sottolineato Sforza Fogliani – ” e che non sanno porre un freno alla spesa pubblica. Ci vuole maggiore educazione finanziaria” – ha continuato – “specialmente per quanto concerne i conti pubblici. Il debito pubblico sottrae risorse ai cittadini e toglie risorse all’iniziativa privata”.‬

Sforza Fogliani ha quindi concluso il suo intervento ribadendo “come questo Festival si sia svolto senza utilizzare risorse pubbliche, ma solo grazie all’iniziativa privata”.

IL FESTIVAL

I luoghi, le città, i territori. E’ stato questo il tema principale della terza edizione del “Festival della cultura della libertà”, organizzato dall’Associazione dei liberali piacentini “Luigi Einaudi”, con convegni e dibattiti che hanno animato l’intero weekend del 26 e 27 gennaio.

L’evento, promosso, tra gli altri anche da “Confedilizia nazionale”, quotidiano “Il Foglio” ed “European Students For Liberty” (ESFL), ha voluto essere un’occasione per offrire una visione del mondo che privilegia l’individuo, l’imprenditoria e la libera iniziativa. I relatori della due giorni sono stati scelti da Carlo Lottieri, direttore scientifico del Festival.

IL DIRETTORE SCIENTIFICO CARLO LOTTIERI SPIEGA IL FESTIVAL

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.