PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La Fiat va di corsa”, Piacenza celebra la casa torinese

Più informazioni su

E’ ormai consuetudine che il calendario del Club Piacentino Automoto d’Epoca (CPAE) si apra con il concorso di pittura per tratteggiare il manifesto della Vernasca Silver Flag.

Quest’anno l’appuntamento con i ragazzi del liceo Artistico Cassinari, in programma sabato 19 gennaio, si arricchisce di un interessante prologo. Perchè per parlare della “Fiat va di corsa”, il tema del concorso dinamico per auto d’epoca in programma a fine giugno, quest’anno gli organizzatori hanno programmato (venerdì 18 gennaio alle ore 18) una conferenza, nei saloni di palazzo Rota Pisaroni (in via S. Eufemia), sede della Fondazione Piacenza e Vigevano.

Intervengono Roberto Giolito, responsabile di FCA Heritage oltre che designer di fama internazionale (alla sua creatività si deve, tra le altre, il remake della Cinquecento), Paolo Di Taranto (responsabile della comunicazione di Zagato) e Roberto Valentini (responsabile comunicazione Abarth).

Interviene anche Lorenzo Boscarelli, piacentino, storico dell’automobile e presidente dell’AISA (Associazione Italiana Storia dell’Automobile). Modera Gaetano Derosa, vicecaporedattore di Ruoteclassiche. Ha garantito la sua presenza anche il presidente nazionale dell’Asi Maurizio Speziali.

“Abbiamo voluto dedicare questa edizione della Silver – spiega il presidente del CPAE Achille Gerla – alla Fiat, ai centovent’anni del marchio torinese che è il simbolo della motorizzazione del nostro paese, raccontandone la storia sportiva, intersecandola con le diciassette edizioni della “vera” Castell’Arquato-Vernasca, dove 1100, 8v e poi la Stanguellini formula Junior, spinta da un motore Fiat, colsero tre successi importantissimi”.

“Nel corso della serata celebreremo anche due altri anniversari non meno significativi: i cent’anni della Carrozzeria Zagato e i 70 dell’Abarth”.

“Si tratta di tre “icone” del motorismo sportivo – gli fa eco Claudio Casali, ideatore della Silver Flag – ma anche di realtà che ancora oggi sono simboli del “made in Italy”, dello stile e della sportività. Mi affascina questa contaminazione tra il passato che raccontiamo con il concorso dinamico e le auto di oggi”.

Riflessioni in piena consonanza con quanto Roberto Giolito, per tanti anni al Centro stile Fiat e oggi alla guida della divisione Heritage, ospite venerdi pomeriggio all’incontro in Fondazione, ha recentemente dichiarato al Sole 240re “Le vetture storiche del Gruppo Fca, Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Abarth – spiega Giolito – sono un patrimonio non solo per il Gruppo, ma per tutto il mondo dell’automobile”.

“L’impegno del Dipartimento Heritage è culturale, perche aiuta a capire come si è sviluppata questa ricchezza, tecnologica e stilistica e ci consente di capirla, interpretarla e valorizzarla”.

“Fiat, Zagato e Abarth sono marchi strettamente legati tra di loro – conferma Giovanni Groppi, responsabile per il CPAE del concorso di pittura – La Fiat 8v che esporremo è forse il simbolo della collaborazione tra il designer milanese e la azienda torinese. E la 8v 6 anche nell’albo d’oro della Castellarquato-Vernasca. Cosi come c’è l’Abarth del nostro Roberto Bertuzzi, uno dei più forti piloti piacentini.”

“Credo che il terra che quest’anno abbiamo scelto per la Silver saprà davvero richiamare tantissimi collezionisti e regalarci una edizione straordinaria”.

Quello tra passato e presente, ma anche tra la Silver Flag e gli appassionati piacentini è un legame che dovranno raccontare, con i loro disegni, i giovani artisti del Liceo Cassinari. Auto dipinte ed auto vere si intersecano – sabato 19 gennaio – in una giornata che celebra come recita il claim pubblicitario “La Fiat va di corsa”.

Ad ispirare i giovani artisti una selezione di modelli testimoni eloquenti della storia della Casa torinese: dalla Balilla Coppa d’Oro alle 124 e 131 (vitaminizzate da Abarth), grandi protagoniste dei rally degli anni Settanta. Ma soprattutto ci sarà una esclusiva 8V Zagato, un modello da competizione tra i più importanti della storia delle corse.

Bolidi e bozzetti potranno essere ammirati dalle 10 di sabato, quando gli studenti inizieranno a dipingere, sino alle 16, quando i punteggi assegnati da una giuria di esperti decreteranno il vincitore. Nella mattinata saranno presentate nella galleria della Borsa, nel pomeriggio saranno esposte in piazza Cavalli.

Per l’allievo che meglio avrà saputo interpretare lo spirito della Silver Flag, oltre alla soddisfazione di aver firmato il manifesto ufficiale, ci sarà anche la possibility di disputare, come navigatore, la prossima edizione della Vernasca su un’auto apripista.

IL PROGRAMMA

Venerdi 18 Gennaio – Dalle 18 Presso la Fondazione Piacenza e Vigevano, Palazzo Rota Pisaroni, via S. Eufemia 13, Piacenza Conferenza: “La Fiat va di corsa”.

Saranno presenti: Roberto Giolito (responsabile FCA Heritage e designer della Fiat 500), Paolo di Taranto (Zagato: lo stile delle corse), Roberto Valentini (Abarth, i 70 anni dello scorpione), Lorenzo Boscarelli (presidente Associazione ltaliana per la Storia dell’Automobile AISA – La tecnica per le competizioni). Modera Gaetano Derosa (Ruoteclassiche)

Sabato 19 gennaio – Il manifesto della 24° edizione Galleria della Borsa (Palazzo della Camera di Commercio di Piacenza).

Ore 9,00 -12,00: Esposizione di vetture Fiat da competizione e concorso di pittura per gli allievi del Liceo Artistico Cassinari di Piacenza Piazza Cavalli.

13.00 – 16.30: Esposizione delle vetture Fiat da competizione e delle opere degli allievi per l’esame della giuria specializzata

16.00 – 16.30: Premiazione delle Opere

La giuria specializzata che scegliera l’opera giudicata la migliore sara composta da: Roberto Giolito (responsabile FCA Heritage), Paolo Bisi (Piacentino uno dei disegnatori fumettisti italiani piii famosi. Per Bonelli Editore ha pubblicato albi dei personaggi di Zagor, Mister No), Docenti del Liceo Artistico Cassinari, Lorenzo Boscarelli (presidente AISA), Giorgio Milani (artista), Roberto Valentini (ASI)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.