PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedale Castello, Tagliaferri (Fdi): Garantire visite specialistiche ortopediche in giornata”

“Continuano le segnalazioni sui disservizi al Nosocomio di Castel San Giovanni (Piacenza)”. E’ il consigliere piacentino Giancarlo Tagliaferri (Fratelli d’Italia) a interrogare la giunta regionale sul tema.

“La struttura ospedaliera citata – spiega Tagliaferri – serve i pazienti di un territorio che comprende circa il 40% della provincia piacentina, oltre una parte che provengono dalla Bassa Pavese. Gli utenti che si recano al Pronto soccorso dopo le 15,30 dopo l’accettazione e la visita conseguente, vengono invitati a tornare il giorno successivo per poter usufruire della eventuale visita specialistica ortopedica, con la conseguenza anche di dover giustificare due giorni di assenza sul posto di lavoro”.

“L’alternativa sarebbe recarsi all’Ospedale di Piacenza in un Pronto soccorso iper-affollato e con biblici tempi di attesa.

Tagliaferri interroga la Giunta “per sapere se sia questo un esempio di quella sanità emiliano romagnola pubblicizzata dal presidente Bonaccini come ‘fiore all’occhiello a livello nazionale” e per quale motivo, “in una struttura con un bacino di utenza tanto importante, non sia possibile garantire le visite specialistiche ortopediche in giornata”.

ELEZIONI CONSORZIO DI BONIFICA – Sempre Tagliaferri chiede con una risoluzione che “la Regione faciliti le operazioni di voto elettronico per il rinnovo degli organi dei Consorzi di bonifica, sollecitando i Consorzi stessi e intervenendo sulla società in house providing Lepida Spa, affinché renda fruibile il sistema di voto telematico da lei elaborato”.

“O, in alternativa, individui sul mercato un idoneo sistema di voto elettronico, in modo da consentirne il ricorso agli utenti fin dalla prossima consultazione elettorale consortile”.

Nonostante la previsione di poter utilizzare sistemi di voto telematico sia stata introdotta tramite una modifica apportata dalla legge regionale n. 5/2010 – scrive il consigliere nell’atto ispettivo – “a otto anni di distanza non è stato ancora fatto nulla al riguardo”.

Senza considerare che “Lepida Spa, società in house providing della Regione Emilia-Romagna, già il 27 giugno 2016 ha presentato una relazione tecnica sul ‘Sistema di voto elettronico’, ideato dalla società stessa, finalizzato a permettere il voto e lo spoglio attraverso tecnologie elettroniche e informatiche”.

Un prototipo che garantirebbe “tutti gli aspetti essenziali di un sistema di voto online: sicurezza, privacy, verificabilità e robustezza del sistema, anche per gli scenari elettorali più complessi. E consentirebbe la possibilità di esprimere il voto da qualsiasi postazione internet”.

A tal proposito, continua Tagliaferri, “si è manifestato anche un rinnovato interesse da parte di alcuni Comuni, come Piacenza”. Il cui vicesindaco, Elena Baio, rispondendo ad un’interrogazione, “ha chiarito che l’Amministrazione si attiverà per predisporre il regolamento previsto dallo statuto del Consorzio di bonifica, al fine di rendere attuabile il voto dei consorziati in forma telematica già dalle prossime elezioni per la nomina del Consiglio di amministrazione”.

E, specifica il consigliere, a seguito di queste dichiarazioni “sono arrivate al Comune di Piacenza manifestazioni d’interesse da parte di società leader nel settore del voto elettronico, con sistemi già collaudati di crittografia applicata a sistemi di votazione on line”. (Stefano Chiarelli)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.