Potenziata a Vigolzone la rete di illuminazione pubblica: in cinque anni 47 nuovi punti luce

Volge al termine l’installazione di nuovi punti luce sul territorio di Vigolzone (Piacenza). L’intervento in corso riguarda il montaggio di sei nuovi lampioni nelle frazioni e in alcune località prossime al capoluogo: Gargatano, Castelletto, Carmiano, Villò e Albarola.

“Generalmente le richieste di nuovi punti luce provengono direttamente dai cittadini – spiega Beatrice Ghetti consigliere con delega ai servizi tecnologici – e in seguito a sopralluoghi e a un’analisi di fattibilità tecnica degli uffici, l’amministrazione decide se autorizzare o meno i lavori”.

Un intervento particolarmente importante – evidenzia il Comune – è stato quello effettuato in via San Giuseppe, una strada di collegamento interno tra Albarola e Villò che in passato è stata oggetto di numerosi furti in abitazione.

Sono stati alcuni componenti del gruppo di controllo del vicinato a segnalare come la scarsa illuminazione della via avesse facilitato gli spostamenti dei ladri.

“Di concerto con i tecnici, e grazie anche alla collaborazione della società incaricata della realizzazione è stata studiata una vera e propria riqualificazione della rete di pubblica illuminazione della zona – puntualizza Ghetti – che ha consistito nel potenziamento del numero di punti luce, nella sostituzione delle lampade dei pali esistenti con nuove più potenti e ad alta efficienza energetica e nell’installazione di un lampione in prossimità di un’abitazione isolata”.

Sono in tutto 47 i nuovi punti di illuminazione implementati nel territorio di Vigolzone negli ultimi cinque anni.

“Si tratta senz’altro di un impegno considerevole per un piccolo Comune: basti pensare che gli ultimi sei lampioni hanno comportato una spesa superiore ai 12.000 euro. Siamo comunque convinti che si tratti di un investimento fondamentale: il potenziamento della rete pubblica che avviene nel rispetto della normativa a contrasto dell’inquinamento luminoso e impiega lampade di ultima è uno strumento di sviluppo perché migliora la fruibilità del territorio da parte dei cittadini e accresce il livello di sicurezza contro i reati” conclude la consigliera Ghetti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.