PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rischiano di morire intossicati nel casolare abbandonato, due senzatetto salvati dalla polizia foto

Più informazioni su

Poteva avere un bilancio tragico il salvataggio da parte della polizia, avvenuto nella notte tra il 13 e il 14 gennaio, di due persone in un casolare abbandonato lungo la via Caorsana a Piacenza.

L’intervento è stato richiesto da un camionista che, transitando in zona, ha notato il fumo uscire dallo stabile fatiscente, cascina San Savino, di proprietà del Comune di Piacenza.

Sul posto è giunta una prima pattuglia, e due agenti si sono introdotti nel casolare, situato tra Piacenza Expo e il PalaBanca. L’ispezione si è rivelata subito complessa, per il denso fumo, le numerose stanze da controllare e le condizioni complessive di degrado in cui versa l’immobile.

Gli agenti al primo piano hanno trovato due uomini, originari del Gambia, riversi a terra, e hanno immediatamente cercato di svegliarli.

casolare abbandonato polizia

Il primo ha ripreso i sensi ed è riuscito ad uscire da solo, mentre il secondo dopo aver ripreso coscienza a fatica e svenuto, crollando a terra. I due agenti lo hanno soccorso, portandolo fuori dall’edificio. Nel frattempo è arrivata in aiuto una seconda pattuglia per completare l’ispezione.

Sul posto anche i vigili del fuoco, impegnati nel mettere in sicurezza l’edificio ed individuare le cause dell’incendio, dovuto a mezzi di fortuna utilizzati dagli occupanti per scaldarsi, poi propagatisi a un vecchio materasso.

Presente anche il 118: i due stranieri, un 24 enne e un 32 enne, hanno dovuto essere sottoposti a trattamento in camera iperbarica a Fidenza. Il 32enne è in regola con il permesso di soggiorno, il più giovane invece ha il permesso scaduto dal 2017.

casolare abbandonato polizia

Tre degli agenti intervenuti sul posto hanno lamentato malesseri, come capogiri e nausea. Portati in ospedale sono stati subito dimessi.

Il capo di gabinetto, Filippo Sordi, fa proprie le parole di elogio rivolte agli agenti dal questore Pietro Ostuni: “La loro è stata una attività encomiabile. Le operazioni di salvataggio sono state davvero difficoltose, a causa del fumo e delle condizioni dell’immobile fatiscente, nonostante questo si sono prodigati per aiutare due persone. Questo dimostra che la polizia non fa solo attività di prevenzione e repressione dei crimini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.