Sciopero sanità privata “Grande partecipazione, ora rinnovo del contratto nazionale”

Più informazioni su

“Una grande giornata di lotta per la sanità privata”.

Così Cgil, Cisl e Uil in una nota a firma di Marco Blanzieri, Davide Battini e Paolo Palmarini commentano lo sciopero regionale delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti delle Aziende Sanitarie Private aderenti ad ARIS ed AIOP.

I sindacati sottolineano “la partecipazione di migliaia di lavoratrici e lavoratori direttamente nei tanti presidi territoriali in tutte le Province dell’Emilia Romagna e indirettamente nelle strutture, perché precettati”.

“Vogliamo il contratto e lo vogliamo adesso, questo si diceva dietro agli striscioni e alle bandiere della FP CGIL, della CISL FP e della UIL FPL dove nonostante il freddo pungente si sono radunate le donne e gli uomini della sanità privata”.

In mattinata inoltre è stata inviata la richiesta indirizzata alle associazioni regionali AIOP e ARIS, nelle persone di Bruno Biagi ed Enrico Brizioli e alla Regione Emilia-Romagna, nella figura del Presidente Stefano Bonaccini, per la consegna delle firme, oltre 3000, raccolte in questi giorni a sostegno dell’iniziativa di lotta per il rinnovo del CCNL “che ricordiamo – sottolineano i sindacalisti – essere scaduto da ben oltre 12 anni”.

“E’ indispensabile infatti, vogliamo spiegare loro, che prima del rinnovo della convenzione triennale tra sanità privata e Regione ci sia il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Senza questo percorso la nostra opposizione a qualsiasi rinnovo sarà ferma e lo sciopero sarà solo l’inizio di una vertenza che si preannuncia durissima”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.