PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Shakespeare e gli studenti del Respighi, nasce il laboratorio teatrale foto

Da quest’anno scolastico al Liceo Scientifico “Lorenzo Respighi” di Piacenza ha preso avvio un nuovo importante progetto rappresentato da un laboratorio teatrale pomeridiano.

Fortemente voluto dalla dirigente scolastica Simona Favari e dall’insegnante referente per le attività teatrali professoressa Emanuela Sindaco, il laboratorio si svolge in orario extracurricolare, nei pomeriggi di martedì presso la sede centrale del Liceo e presso il Teatro Gioia di Piacenza.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Liceo “Respighi” e Teatro Gioco Vita, direzione artistica Diego Maj.

Il coordinamento artistico è di Nicola Cavallari, attore e regista, quello organizzativo di Simona Rossi, responsabile progetti teatro scuola, ragazzi e formazione di Teatro Gioco Vita. Il coordinamento didattico fa capo alla professoressa Sindaco, referente teatro per il Liceo.

Il laboratorio teatrale pomeridiano vede protagonisti circa venti studenti appartenenti a classi diverse, dalla prima alla quarta, e coinvolge anche un team di insegnanti del Dipartimento di Lettere (professoresse Francesca Gipponi, Mariagrazia Marcotti, Paola Pareti ed Emanuela Sindaco, che si occupano della lettura e dell’analisi delle opere teatrali di Shakespeare su cui gli studenti lavorano) e alcune docenti del Dipartimento di Lingue Straniere (professoresse Nicoletta Gueli, che cura la lettura in lingua inglese delle opere, Roberta Pasetti, che si occupa dell’organizzazione del corso di Drama in inglese ad Exeter in Inghilterra collegato al Progetto Teatro e aperto anche a tutti gli alunni della scuola).

Gli studenti partecipanti sono: Lucrezia Baffi, Alida Bertelli, Marta Bona, Victor Anuar Borchieri, Emanuela Braghieri, Michele Cagnoni, Rebecca Filippini, Federico Fox, Matilde Galliano, Dunja Lukic, Eugenio Maserati, Amela Nasic, Guido Pagani, Gaia Parmigiani, Gaia Platè, Andrea Pollastri, Anna Rizzi, Davide Rollo, Amelia Sampaolo, Elena Tancheva, Migena Tola, Andrea Tosi.

L’obiettivo è quello di farne un’esperienza permanente per i prossimi anni scolastici, in modo da arrivare ad avere un gruppo teatrale degli studenti del “Respighi”.

Il percorso è stato avviato a novembre e alterna incontri a scuola, guidati dalle insegnanti, e incontri in teatro, guidati da Nicola Cavallari. L’autore su cui si è deciso di lavorare quest’anno è Shakespeare; tra un totale di otto opere shakespeariane analizzate, la scelta degli studenti per la messa in scena è ricaduta su “Il mercante di Venezia”.

Durante il laboratorio i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi alle tecniche teatrali e alle esigenze espressive legate allo stare sul palcoscenico: l’ascolto di sé e degli altri, la consapevolezza scenica, la respirazione, il saper comunicare.

“Crediamo molto nell’attore-autore anche ad un livello amatoriale come quello che ci apprestiamo a formare. – spiega Nicola Cavallari – L’attore-autore deve conoscere molto bene l’autore o gli autori su cui si decide di lavorare, ma anche l’ispirazione del testo che verrà messo in scena; bisogna che abbia sempre l’urgenza di dire qualcosa e che trovi il modo di metterla a servizio della scena”.

“Pertanto è opportuno che l’attore-autore sappia interpretare e tradurre le consegne che gli vengono richieste, non si preoccupi unicamente del suo atto performativo o meglio giocoso, ma soprattutto è fondamentale che si “pre-occupi” dei suoi compagni di scena, della scena stessa e della difesa della messa in scena nel suo insieme”.

Il laboratorio avrà un esito finale, aperto al pubblico, in programma al Teatro Filodrammatici giovedì 30 maggio 2019 alle ore 20.30 nell’ambito del cartellone Pre/Visioni della Stagione di Prosa “Tre per Te” del Teatro Municipale di Piacenza.

La collaborazione tra Liceo “Respighi” e Teatro Gioco Vita in quest’anno scolastico non si limita al laboratorio teatrale pomeridiano. Sono in corso altri tre progetti laboratoriali, proposti da Teatro Gioco Vita nell’ambito del programma “InFormazione Teatrale” realizzato con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Si tratta di tre laboratori teatrali intensivi che vedono coinvolte altrettante classi.

Ogni percorso terminerà con una lettura scenica aperta al pubblico inserita nel cartellone Pre/Visioni 2019.

Con la classe 2D Scienze Applicate (professoressa Federica Morandi) il laboratorio teatrale intensivo sarà curato da Umberto Petranca con cui i ragazzi lavoreranno a partire da “I Promessi Sposi”. Giornate di lavoro il 27, 28 e 29 marzo, con lettura scenica finale venerdì 29 marzo alle ore 20.30 al Teatro Gioia.

Con le classi 4D (professoressa Francesca Gipponi) e 2E (professoressa Tiziana Albasi) lavorerà invece Nicola Cavallari. Con gli studenti della 4D il laboratorio, in programma dal 13 al 15 febbraio, prenderà le mosse da “Il teatro comico” di Carlo Goldoni e terminerà con una lettura scenica venerdì 15 febbraio alle ore 20.30 al Teatro Gioia. Con la 2E il testo di partenza è il “De Amicitia” di Cicerone. Le giornate di laboratorio sono previste dal 27 febbraio al 1° marzo, con lettura scenica finale venerdì 1° marzo alle ore 20.30 al Teatro Gioia.

I laboratori teatrali sono però solo un aspetto della collaborazione tra Liceo “Respighi” e Teatro Gioco Vita in questa stagione teatrale. Numerose sono anche le varie iniziative (incontri, lezioni, approfondimenti) collegate alla visione di spettacoli della Stagione di Prosa “Tre per Te”, del Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena” e di Teatro Scuola “Salt’in Banco.

La collaborazione tra l’istituto di Piazzale Genova e il Centro di Produzione Teatrale piacentino non è recente, ma negli ultimi anni si è andata sempre più consolidando con l’obiettivo di creare una sinergia tra scuola e teatro al servizio dei ragazzi, delle famiglie e degli insegnanti.

Il Liceo Respighi e Teatro Gioco Vita hanno avviato l’esperienza dei laboratori teatrali intensivi con la Stagione 2014/2015. Fino al 2018 sono stati realizzati in tutto otto percorsi, che hanno prodotto altrettante letture sceniche aperte al pubblico. Una di queste letture sceniche – “Tito Maccio Plauto.

Una lettura nonostante Giove”, esito del primo laboratorio teatrale intensivo realizzato nel 2015 con la classe 3L, è stata ospitata a Milano nel marzo 2016 al “Thauma Festival”, festival del teatro antico organizzato dall’Università Cattolica, ottenendo il 3° premio nella categoria “Saggi”.

In questi anni, con la supervisione artistica di Nicola Cavallari, gli studenti del Respighi hanno lavorato su Plauto, Omero, Chaucer, Dante, sui miti classici, la poesia amorosa, “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee, “Il cappotto” di Gogol.

Un modo “altro” per affrontare autori e temi oggetto di studio e attività didattica, all’interno del contesto teatrale che diventa anche occasione di socializzazione e di maggiore coesione all’interno del gruppo classe oltre che di valorizzazione delle specificità di ognuno.

Un’iniziativa speciale, inoltre, è stata quella dello spettacolo “Veleia, Amor mi”, nato da un’idea della professoressa Marina Avanzini e interpretato dagli studenti del Respighi diretti da Nicola Cavallari. “Veleia Amor mi” ha dato voce e gesti alle immagini del passato e attraverso il teatro ha interpretato la storia e valorizzato la ricchezza archeologica del territorio.

Lo spettacolo che ha debuttato nel settembre 2016 al Festival del Diritto, è stato poi ripreso nella stagione 2016/2017, quindi selezionato tra i cinque finalisti nel marzo 2018 al XX Festival Nazionale del Teatro Scolastico “Elisabetta Turroni” di Cesena, dove ha ottenuto il Premio per Ricerca e Progetto.

Negli ultimi anni, infine, diverse classi del “Respighi” hanno partecipato al progetto “Sguardi Critici” curato dal giornalista e critico teatrale Nicola Arrigoni nell’ambito del Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena” diretto da Jacopo Maj.

In questo modo gli studenti si sono cimentati nella visione critica degli spettacoli con l’obiettivo di diventare spettatori più consapevoli.

Tutte attività, per Teatro Gioco Vita, coordinate dall’Ufficio scuola (Simona Rossi, responsabile, ed Emma-Chiara Perotti, con Marilisa Fiorani alla biglietteria gruppi scuole superiori).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.