“Anche nel mondo dei social si pagano le conseguenze dei propri atti”

I pericoli della rete e l’uso improprio di social e smartphone. Questi i temi dell’incontro di formazione nell’ambito del progetto ConCittadini 2019, il percorso promosso dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e rivolto ai ragazzi delle scuole, per incentivare e favorire una cultura della partecipazione attiva nella vita della propria comunità.

Ad interagire nella sala consiglio della Provincia con una quarantina di studenti delle scuole elementari e medie del territorio il Capo di Gabinetto della Questura di Piacenza Filippo Sordi Arcelli Fontana, introdotto dalla consigliera provinciale Valentina Stragliati che ha sottolineato l’efficacia di questi incontri per sensibilizzare i ragazzi su un tema così delicato e attuale come i pericoli della rete: “E’ importante – il suo invito – che ognuno di voi faccia tesoro delle nozioni che ci verranno fornite per essere sempre più consapevoli dei punti di forza e di debolezza dei social”.

“I pericoli della rete non sempre vengono percepiti in maniera corretta – ha sottolineato Arcelli Fontana -, anche se i ragazzi, al giorno d’oggi, sono più consapevoli dei rischi in cui è possibile incorrere”.

“Bisogna stare molto attenti – ha proseguito il Capo di Gabinetto della questura – perché tutto quello che facciamo ha delle conseguenze, anche quando si tratta di social network. Usare in maniera impropria Facebook, Whatsapp o qualsiasi altro strumento social, non è una cosa astratta, anche nel mondo virtuale è possibile essere bulli, pagandone le conseguenze”.

La Polizia di Stato è costantemente impegnata a sensibilizzare e a monitorare i pericoli della rete, organizzando spesso incontri rivolti anche ai genitori.

Il prossimo incontro di Concittadini è previsto per mercoledì 27 febbraio, in Prefettura, dove il Prefetto Maurizio Falco interverrà su “Le varie declinazioni del disagio giovanile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.