Da Brahms a Čajkovskij, al Municipale l’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria fotogallery

L’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria è stata protagonista del concerto di sabato sera al Teatro Municipale di Piacenza, appuntamento all’interno della Stagione della Fondazione Teatri.

Un programma consacrato a Johannes Brahms, Pëtr Il’ič Čajkovskij e al compositore croato Vatroslav Lisinski, proposto per la prima volta al pubblico di Piacenza, quello dell’ensemble – tra le più antiche orchestre radiofoniche europee – diretto da Enrico Dindo (anche violoncello solista), uno dei migliori concertisti della sua generazione.

Dalla suite per orchestra Der Abend di Lisinksi, composta dal musicista nato a Zagabria nel 1819, che si dedicò particolarmente alla valorizzazione del patrimonio culturale della Croazia, alla grande musica di Čajkovskij, con le Variazioni su un tema rococò, op. 33 per violoncello e orchestra, fino alla Sinfonia n.1 in Do minore op. 68 di Johannes Brahms, monumentale opera del compositore tedesco che vide i primi abbozzi nel 1855 e venne eseguita ben ventuno anni dopo, il 4 novembre del 1876.

L’ORCHESTRA – La Sinfonica della Radiotelevisione croata – al Municipale con un organico di oltre sessanta elementi – è nata nel 1929 per la Radio di Zagabria, appena sei anni dopo la fondazione della prima orchestra radiofonica europea.

Dal 1991 porta la denominazione attuale. Inizialmente legata esclusivamente al programma radiofonico, ha iniziato a tenere concerti pubblici nel 1942. Le trasmissioni in diretta di concerti e la registrazione rimangono parte integrante del lavoro dell’orchestra, assieme alla continua esecuzione e valorizzazione della musica di autori croati, del repertorio classico e di opere meno note.

Direttore musicale e principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria è Enrico Dindo, torinese, che si è esibito in qualità di solista in moltissimi paesi e con orchestre prestigiose, al fianco di importanti direttori tra i quali Riccardo Chailly, Rafael Payaré, Gianandrea Noseda, Myung-Whun Chung, Paavo Järvj, Valery Gergev, Riccardo Muti e Mstislav Rostropovich.

Con la fondazione dell’ensemble I Solisti di Pavia, nel 2001, Dindo inizia un percorso di avvicinamento alla direzione d’orchestra che lo ha portato a collaborare recentemente con l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra della Svizzera Italiana, con la Filarmonica della Scala e con l’ Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

Recentemente è stato riconfermato direttore musicale e principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.