PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castelli del Ducato, riapertura a marzo per nove manieri foto

Più informazioni su

Riaprono al pubblico a marzo, dopo la pausa invernale, alcuni dei 31 manieri del circuito dei Castelli del Ducato.

Riprendono così le visite guidate, gli eventi e le attività per nove meravigliose dimore storiche da visitare in Emilia. Dal primo weekend di Marzo sono aperti:

Castello di San Pietro in Cerro (PC) Mirabile struttura quattrocentesca interamente visitabile, ospita nei suggestivi ambienti del sottotetto il mim, Museum in Motion, collezione di oltre mille opere di maestri contemporanei, italiani e stranieri, esposta a rotazione. Nei sotterranei è possibile ammirare l’allestimento permanente dei guerrieri di terracotta dell’esercito di Xi’an. Nel vasto parco, ricavata nelle antiche scuderie, c’è la Locanda del Re Guerriero, Dimora Storica del Castello di San Pietro. info@castellidelducato.it

Castello di Montechiarugolo (PR) Inespugnabile per l’alta cinta muraria – difesa da caditoie, feritoie, beccatelli – il maniero diventa all’interno elegante dimora rinascimentale. Passeggiando nelle antiche stanze del Castello di Montechiarugolo, oltre gli splendidi giardini abbelliti dalle statue settecentesche provenienti dal giardino ducale di Colorno, si ammirano saloni, arazzi, arredi d’epoca, affreschi e putti spargifiori. Spicca l’Annunciazione attribuita alla scuola del Pisanello. info@castellidelducato.it

Castello di Varano de Melegari (PR) Si erge su uno scoglio di arenaria, in posizione strategica per il controllo della vallata del Ceno, e rappresenta uno dei migliori e più affascinanti esempi di architettura a carattere difensivo. Eretto nel 1208 deve l’aspetto attuale ad interventi quattrocenteschi. Potrete ammirare il giardino esterno, la corte interna, le stanze al piano nobile, salone e scalone d’onore, camminamenti di ronda,prigione del Bentivoglio, cucine del castello, segrete. info@castellidelducato.it

Verso Reggio Emilia – Castello di Bianello (RE) Sulle prime colline dell’Appennino Emiliano, in provincia di Reggio Emilia, spicca il Castello di Bianello a Quattro Castella su uno straordinario balcone naturale affacciato sulla pianura: dall’alto si ammira un paesaggio mozzafiato. Nei giorni di cielo serreno, si possono scorgere anche le Alpi! Qui il Medioevo ha lasciato ancora, perfettamente integrate con la vita moderna e i suoi agi, le vestigia di un passato glorioso ed affascinante. info@castellidelducato.it

Dal 10 marzo riaprono:

Castello di Tabiano (PR) ll Castello e il Borgo di Tabiano sono situati in posizione dominante sulle prime colline che sovrastano la Pianura Padana, con unpanorama unico che spazia dall’Appennino fino alla catena alpina. Si trovano a pochi minuti dalle celebri Terme di Salsomaggiore e di Tabiano. Il Castello è uno dei più importanti monumenti di difesa dell’epoca feudale nell’Alta Emilia. Sorto all’inizio dell’XI secolo su di un antico insediamento romano, fu uno dei fondamentali presidi dei Marchesi Pallavicino per il controllo della Via Francigena e dei pozzi di sale della zona. info@castellidelducato.it

Castello di Gropparello (PC) Il Castello di Gropparello è immerso nella verdissima Val Vezzeno, sopra uno sperone di serpentino verde, a picco sul torrente. A pianta irregolare, magnifico esempio dell’arte della fortificazione. Nel bosco circostante aperto il Parco delle Fiabe per bambini ed il Museo della Rosa Nascente. Per i piu grandi, nella Taverna Medievale, suggestivi banchetti, come il “Banchetto dei Nobili”, sempre disponibile su prenotazione. info@castellidelducato.it

Dal 16 Marzo riapre: Castello di Roccabianca (PR) Il Castello di Roccabianca fu costruito attorno alla metà del Quattrocento per l’amata Bianca Pellegrini dal Magnifico Pier Maria Rossi da cui il nome Roccabianca, in provincia di Parma. E’ il Castello degli innamorati e degli amanti. E’ il Castello di liquori, acquaviti, aceto balsamico con il Museo della Distilleria nelle antiche cantine e le stanze di stagionatura dei Culatelli. info@castellidelducato.it

Dal 17 Marzo riapre: Rocca e Castello di Agazzano (PC) Il complesso del Castello di Agazzano è composto da due strutture e un ampio giardino-parco a terrazza che si affaccia sulla meravigliosa Val Luretta, terra di vigneti, cantine e vini d’eccellenza. La Rocca rappresenta una felice sintesi tra l’architettura difensiva medioevale e l’eleganza della dimora signorile rinascimentale. Il Castello di Agazzano, divenuto alla fine del 1700 residenza estiva della famiglia, arredato con mobili d’epoca: si possono ammirare splendidi affreschi e preziose suppellettili. info@castellidelducato.it

Dal 24 Marzo riapre: Rocca dei Rossi di San Secondo (PR) Un meraviglioso viaggio tra favole e miti in Castello. La Rocca dei Rossi di San Secondo Parmense, prima fortezza medievale poi sfarzosa residenza rinascimentale, fu abitata da una delle famiglie più illustri del Parmense: i Rossi. Conserva un impianto decorativo magniloquente, un autentico archivio illustrato delle vicende di una tra le più importanti famiglia parmensi. All’interno della Rocca si trova superba la Sala delle Gesta Rossiane teatro ancor oggi di suggestivi momenti del Palio delle Contrade e di rivisitazioni ricorrenti con i tantissimi personaggi di una Corte rinascimentale che ha fatto grande la storia del Borgo. info@castellidelducato.it

Da aprile riapre Rocca d’Olgisio (PC) Rocca d’Olgisio è uno straordinario Castello vicino a Piacenza con vista panoramica mozzafiato abbarbicato a 570 metri d’altitudine: nelle giornate più terse potrete vedere il Monte Rosa o scorgere i primi grattacieli di Milano. Incastonata nella roccia, a presidio delle valli dei torrenti Tidone e Chiarone, è una delle piu antiche e suggestive rocche piacentine, cinta da ben sei ordini di mura. Fondata attorno all’anno Mille. Il mastio articolato in vari locali intercomunicanti che terminano con un piccolo loggiato cinquecentesco. info@castellidelducato.it

Castelli già aperti al pubblico e sempre visitabili per le classiche visite guidate in provincia di Parma: Castello di Compiano (PR), Reggia di Colorno (PR), Rocca di Fontanellato (PR), Rocca di Sala Baganza (PR), Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino (PR), Rocca Meli Lupi di Soragna (PR), Castello di Torrechiara (PR), Castello di Contignaco (PR), Labirinto della Masone (PR), Fortezza di Bardi (solo su prenotazione obbligatoria) (PR), Antica Corte Pallavicina (solo su prenotazione obbligatoria) (PR), Castello di Felino per pranzare nella Locanda della Moiana (prenotazione obbligatoria).

Castelli già aperti al pubblico e sempre visitabili per le classiche visite guidate in provincia di Piacenza: Castello di Rivalta (PC), Rocca Viscontea di Castell’Arquato (PC), Palazzo Farnese – Cittadella Viscontea (PC), Mastio e Borgo di Vigoleno (PC)

Castelli aperti al pubblico per le classiche visite guidate in Lunigiana: Castello del Piagnaro di Pontremoli (MS), Villa Dosi Delfini a Pontremoli (solo per gruppi e con prenotazione obbligatoria) (MS)

Luoghi d’arte aperti al pubblico per le classiche visite guidate a Reggio Emilia: Museo del Tricolore a Reggio Emilia in centro storico (RE).

info@castellidelducato.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.