Danza, la stagione del Municipale si apre con la Carmen

Primo appuntamento della Stagione Danza 2019 della Fondazione Teatri di Piacenza, è quello di domenica 10 febbraio alle 16 al Municipale, con il ritorno di Anbeta Toromani nei panni dell’ammaliante Carmen creata dal celebre coreografo Amedeo Amodio.

Il balletto in due anni, dal racconto di Prosper Merimée, sulle immortali note di Georges Bizet nell’adattamento di Giuseppe Calì, con le scene e i costumi firmati da Luisa Spinatelli, vede nel ruolo di Don José il primo ballerino cubano Amilcar Moret Gonzalez. Il Corpo di Ballo Daniele Cipriani Entertainment fa ritorno al Teatro Municipale dopo il successo de Lo Schiaccianoci nella scorsa stagione.

La versione di Amodio inizia dove l’opera lirica di Bizet finisce, con un seducente gioco di teatro nel teatro. Creata nel 1995 per Aterballetto e costruita sulle musiche della celebre opera di Bizet con adattamento e interventi musicali originali di Giuseppe Calì, questa versione della Carmen è ora riallestita con grande successo.

Lo spettacolo ha inizio sulle ultime note dell’opera, quando si chiude il sipario e in palcoscenico inizia lo smontaggio delle scene. Ma chi ha assistito dietro le quinte verrà “catturato” dai fantasmi del dramma appena andato in scena, e si immedesimerà in ognuno dei personaggi.

“Sarà, dunque, per puro caso che Don José incontra Carmen, che rappresenterà per lui l’unico momento di vita autentica, intensa, ma anche quello della morte”, spiega Amedeo Amodio.

“La scena, come la musica, si svuota durante lo svolgimento del racconto, fino a rimanere nel momento finale completamente scarna, desolata ad esprimere la “solitudine tragica e selvaggia” di una donna che cerca di affermare il proprio diritto all’incostanza”, aggiunge il coreografo.

La fedeltà alla musica di Bizet è dichiarata nel lavoro di adattamento di Giuseppe Calì: “Ho voluto restare il più fedele possibile all’originale, mantenendo i brani delle suites già esistenti ed adattando le parti vocali nel modo più conforme possibile alla partitura dell’opera”.

“Solo alla fine, quando la tragedia diventa nostra, e di qualsiasi epoca, la musica di Bizet ritorna in forma di ricordo, uno sguardo sul passato, ed il dramma della cancellazione si consuma, si racconta e si trasforma nella musica in forma di esalazione progressiva dal suono al silenzio; un abbandono del tempo fino all’immobilità più totale.”

L’étoile albanese Anbeta Toromani, dopo gli applausi per Coppélia e Lo Schiaccianoci nelle scorse stagioni di Danza del Teatro Municipale di Piacenza, sarà dunque affiancata da Amilcar Moret Gonzalez, ballerino dalla carriera internazionale noto al pubblico anche per la partecipazione alla trasmissione televisiva “Amici” di Maria De Filippi.

Informazioni e biglietti: www.teatripiacenza.it – biglietteria@teatripiacenza.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.